Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Tricase

"Adelchi e crisi del Tac, il Governo ancora immobile"

L'onorevole Bellanova difende i lavoratori dell'impresa di Tricase: "Smontate tre delle sei manovie presenti: comprendo le preoccupazioni, si attivi un tavolo". Ma punta l'indice anche su altri casi

"Questa mattina ho ricevuto molti messaggi da parte di alcuni lavoratori dell'Adelchi, che stanno occupando la strada preoccupati perché l'azienda ha smontato tre delle sei manovie presenti". A parlare è l'onorevole Teresa Bellanova del Pd, componente della Commissione lavoro della Camera. "Comprendo la preoccupazione di questi lavoratori, e chiedo che si attivi con urgenza un confronto con l'azienda per verificare se le paure denunciate dai lavoratori corrispondano al vero. Auspico che la crisi che sta attraversando l'economia non venga utilizzata per spostare ulteriormente pezzi di produzione dal territorio salentino", commenta Bellanova sul caso che vede al centro i dipendenti dell'azienda di Tricase, già nei mesi scorsi a rischio chiusura e reduce da una frenetica vertenza lavorativa, a tratti drammatica per i toni accesi della protesta.

Oggi la nuova protesta, e l'interevento della parlamentare salentina. "Questa esasperazione dei lavoratori si giustifica anche con l'inadempienza del Governo - aggiunge -, che quand'anche può dare ossigeno e sostegno alle imprese ed ai lavoratori attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali, evade e non lo fa. Pochi giorni fa ho ricordato la situazione che sta vivendo il comparto Tac nel Salento, ed insisto affinché il Governo si assuma le proprie responsabilità. Siamo in presenza di uomini e donne che non percepiscono un euro di reddito e vivono la difficoltà di non vedere vie di uscita per il proprio futuro lavorativo. Richiamo ancora una volta i rappresentanti territoriali del Governo, in primo luogo il sottosegretario Mantovano - dice ancora - che si era assunto impegni precisi, ad affrontare quanto prima questa gravissima situazione. È proprio dell'etica politica mantenere gli impegni presi, ancor più in presenza di circostanze così gravi, che mettono in gioco l'esistenza dignitosa di centinaia di famiglie".

Ma Teresa Bellanova, oltre che sul caso specifico dell'Adelchi, si sofferma sulla crisi del Tac in generale. "Dico a questo Governo ed ai suoi rappresentanti territoriali di metter fine alla politica da spot. In merito alla disastrosa situazione che interessa le aziende ed i lavoratori del Tac salentino - sostiene - , il Governo continua ad essere evasivo". E ritorna quindi a chiamare in causa il sottosegretario agli interni Alfredo Mantovano, che "in una lettera datata 10 gennaio - dice - si era impegnato a lavorare per il finanziamento dell'Accordo di programma del 1° aprile 2008, varato dal Governo Prodi. Mantovano asseriva anche di aver avuto delle conferme positive in merito alla questione della cassa integrazione per le aziende salentine, alla luce dell'impegno assunto dal sottosegretario al Welfare Pasquale Viespoli. Di tutti i suddetti impegni che i rappresentanti del centrodestra hanno contratto con i lavoratori e le aziende, ad oggi non abbiamo alcun riscontro", secondo la parlamentare del centrosinistra.

"E questo nonostante le ben due interrogazioni parlamentari che ho personalmente presentato ai ministeri competenti, le missive che ho inviato al ministro del Lavoro, al ministro dello Sviluppo economico ed al sottosegretario Viespoli con delega agli ammortizzatori sociali per chiedere un incontro urgente al fine di dare avvio, quanto prima all'Adp, rappresentando le istanze dei lavoratori e descrivendo la difficoltosa situazione in cui versano le aziende del comparto Tac. Continua a presentarsi il grave problema della proroga del trattamento di cassa integrazione salariale per le aziende Labor e Zodiaco - spiega Teresa Bellanova - ed in questo mese si aggiungerà anche un'altra azienda a complicare questo quadro, la Tecnosuole, la quale presenta le medesime problematiche".

"Il Governo a questo punto deve dirlo chiaramente che non ha alcuna voglia di risolvere le problematiche del Sud. E' evidente, dunque, che le problematiche delle imprese salentine, come dei lavoratori e delle loro famiglie non rientrano nell'agenda politica del Governo. Ritengo gravissimo - aggiunge - questo disinteresse e credo sia giusto dire a tutti i salentini che da questa problematica si evince quanto il centrodestra ha a cuore le sorti del Sud. Nonostante questo atteggiamento completamente evasivo continuerò ad impegnarmi affinché i riflettori rimangano accesi sulle problematiche del comparto del Tac salentino, cercando ancora una volta di sollecitare i rappresentanti del centrodestra a fornire le doverose risposte a questo territorio. Cari rappresentanti del centrodestra, vorrei ricordarvi che queste persone, uomini e donne, dal mese di gennaio non percepiscono un euro di reddito, sarebbe dunque il caso, partendo dalla prossima settimana che si convochi repentinamente un incontro e si firmi, quanto prima, il decreto utile per la proroga della cassa integrazione salariale. Sarebbe proprio il caso di dire - conclude Bellanova :" Governo se ci sei batti un colpo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Adelchi e crisi del Tac, il Governo ancora immobile"

LeccePrima è in caricamento