Giovedì, 18 Luglio 2024
Lecce sopra il 45%

Ballottaggio, affluenza sotto al 50 percento. Caos seggi: allontanati 49 rappresentanti di lista

Il dato ufficiale evidenzia un dato che conferma la tendenza ad una minore partecipazione rispetto al primo turno sia a Lecce che a Copertino. Nel capoluogo diversi episodi di tensione con il coinvolgimento tra gli altri del sindaco di Nardò Mellone e del senatore Marti

LECCE – Il primo giorno di voto per il turno di ballottaggio a Lecce e Copertino, mentre sono in corso le operazioni odierne nei seggi, ha decretato e confermato un calo tra i dodici e i sedici punti percentuali rispetto al primo turno nelle due realtà salentine chiamate a questo supplemento partecipativo.

Nel capoluogo salentino, alle 23, ha votato il 45,75 percento degli aventi diritto, dodici punti in meno rispetto alla terza rilevazione del primo turno, dove i dati viaggiavano al 57,07 percento. Com’è noto a contendersi la fascia da sindaco sono l’uscente Carlo Salvemini, per la coalizione progressista, e Adriana Poli Bortone per il centrodestra.

Non sono mancati momenti di tensione nella giornata di ieri, dopo le accuse e i veleni che hanno evidenziato il primo turno. Il caso più clamoroso è quello dei 49 rappresentanti di lista - 43 per conto del centrodestra e 6 per il centrosinistra - allontanati dai seggi nella mattinata di ieri poiché non residenti in città. Per rivestire il ruolo, infatti, essere residenti è un requisito imprescindibile.

Tra le persone allontanate anche alcuni candidati al consiglio comunale nelle liste a sostegno di entrambi gli schieramenti come l’ex presidente dell’assise di Palazzo Carafa, Carlo Mignone, Paolo Cairo, Antonio Lamosa (tutti del centrodestra), Paolo Brandi del Partito Democratico.

Tra quanti avevano fatto richiesta come rappresentante di lista anche il sindaco di Nardò, Pippi Mellone, e l’ex consigliere regionale, Fabrizio Camilli, tutti esclusi.

Ma non è finita qui. In serata, infatti, il senatore della Lega, Roberto Marti, è stato identificato dalle forze dell’ordine poiché la sua presenza all’interno di un seggio sarebbe stata oggetto di numerose segnalazioni. Invece, un episodio, che ha scatenato l'ilarità è stato quello di un elettore presentatosi al seggio con una pecora

COPERTINO

A Copertino, invece, affluenza alle 23 al 40,14 percento contro il 56,31 del primo turno. In corsa due candidati: il capogruppo di opposizione uscente, Vincenzo De Giorgi, per il centrodestra, e Antonio Leo per il centrosinistra.

Le urne resteranno aperte fino alle 15 odierne. Al termine si procederà con gli scrutini che decreteranno il vincitore di questa lunga e tesa campagna elettorale.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, affluenza sotto al 50 percento. Caos seggi: allontanati 49 rappresentanti di lista
LeccePrima è in caricamento