rotate-mobile
Politica Copertino

Agenda del lavoro fino al 2027: da Copertino il percorso partecipato di costruzione

L'assessore regionale Sebastiano Leo ha assicurato il più ampio coinvolgimento possibile degli attori istituzionali: dai sindacati agli ordini professionali, dagli enti di formazione a scuola e università

COPERTINO - Si chiama "Condividiamo il futuro" il tema scelto per la redazione dell'Agenda per il lavoro della Regione Puglia per il periodo 2021-2027. L'obiettivo è quello di arrivare attraverso un percorso partecipato, con il coinvolgimento più ampio possibile degli attori territoriali, alla definizione di progetti di allineamento tra domanda e offerta di lavoro, a governare i problemi legati all'occupazione, a ridurre le diseguaglianze. 

Oggi a Copertino si è tenuto il primo incontro. A fare gli onori di casa l'assessore regionale a Istruzione, Formazione e Lavoro, Sebastiano Leo, con la partecipazione della direttrice dell'omonimo dipartimento, Silvia Pellegrini e di Vito Albino, presidente dell'Agenzia regionale tecnologia e innovazione. Presenti, oltre agli assessori Delli Noci (Attività produttive) e Lopalco (Salute), anche i rappresentanti dei sindacati, degli enti di formazione, degli ordini professionali, ma anche dell'Inps, dell'Ufficio scolastico provinciale, delle università. Il presidente della Regione, Michele Emiliano, è intervenuto in videoconferenza.

“Il momento straordinario che stiamo attraversando - ha spiegato Leo -, negativamente segnato dalle conseguenze economiche e sociali della pandemia ma anche dai primi forti segnali di crescita e di ripresa, richiede azioni non ordinarie e metodologie innovative. Agenda per il Lavoro 2021-2027 è la risposta non convenzionale di Regione Puglia ad un nuovo modo di interpretare le politiche attive e passive per il lavoro e la formazione professionale, tramite una costruzione dei bandi e degli interventi pubblici regionali condivisi orizzontalmente con i territori, le imprese, le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali, con gli Its e le università pugliesi e, in generale, con tutti i portatori di interesse che animano il tessuto produttivo della nostra splendida regione”.

Il governatore ha da parte sua rilanciato une vecchia sfida: “Il superamento della questione meridionale passa da un sistema del lavoro più robusto, più avanzato. C’è stato in questi anni un aumento del Pil a cui però non è corrisposto un aumento della quantità e della qualità del lavoro. Per questo dobbiamo immaginare approcci diversi, anche guardando a quello che avviene nel resto d’Europa. È necessario connettere i giovani a questa straordinaria opportunità di ripresa”.

Entro la fine dell'anno ci saranno sei tappe e poi, a inizio 2022 sono già in programma altre sessioni. "È un grande percorso di ascolto e partecipazione - ha dichiarato Silvia Pellegrini - che segue il solco della nostra legge regionale sulla partecipazione, che ci impone la partecipazione territoriale condivisa, con l’obiettivo di pianificare dal basso, il progetto di sviluppo. Comporremo il grande quadro strategico dell’Agenda del Lavoro, che produrrà da subito misure correnti, efficaci e innovative per lo sviluppo del nostro territorio”.

agenda lavoro copertino_7-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenda del lavoro fino al 2027: da Copertino il percorso partecipato di costruzione

LeccePrima è in caricamento