Alba Service diventa una srl. Il Consiglio provinciale ricorda il dirigente Merico

Revocato lo stato di liquidazione, per la società partecipata si schiude la prospettiva del rilancio. Un minuto di silenzio in memoria del dipendente morto il 12 aprile

Stefano Minerva, presidente della Provincia.

LECCE – Si è tenuta oggi la prima seduta del Consiglio provinciale in video conferenza, apertasi con un minuto di raccoglimento in ricordo del dirigente Rocco Merico, scomparso nella serata del 12 aprile per le conseguenze dell’infezione da Covid-19.

“Tutti ci approcciamo a questa seduta con un dolore immenso – ha dichiarato il presidente dell’ente, Stefano Minerva -, non solo per le condizioni che stiamo vivendo a causa del coronavirus, ma soprattutto perché, come Provincia di Lecce, siamo stati purtroppo duramente colpiti dall’aggressività di questa malattia che, nonostante tutti gli sforzi, ci ha portato via una delle colonne portanti, un dirigente straordinario, una persona più che per bene. Non sarà più uguale: oggi, pensare che l’ingegnere Rocco Merico non sia più con noi è qualcosa che non riusciamo a comprendere”.

Tema centrale della discussione è stata la revoca, all’unanimità, dello stato di liquidazione e trasformazione di Alba Service da società per azioni a società a responsabilità limitata, alla costituzione del capitale sociale e all’approvazione del nuovo statuto. Il consiglio si è tenuto a seguito dell’approvazione del bilancio societario, per la prima volta in leggero attivo dal 2014, in ragione della compensazione tra patrimonio netto sottratte le perdite che erano state accumulate negli anni, come ha precisato il dirigente ai Servizi Finanziari Pantaleo Isceri nella sua relazione.

“Dopo un lungo periodo di incertezza, nelle prossime settimane entrerà nel vivo la fase di rilancio della società Alba Service, con l’impegno di immaginare soluzioni praticabili che possano portare il personale alla massima occupazione” ha aggiunto il presidente Minerva che ha ringraziato la struttura tecnica dell'ente e il commissario liquidatore Gianfranco Conte per il lavoro fatto.

“È emozionante essere qui, da Presidente della Provincia, a presiedere la seduta di oggi. Un pensiero ai consiglieri, al capo di gabinetto, allo staff e a tutti i componenti dell’ufficio di presidenza che mi sono stati accanto. Ogni consigliere deve essere orgoglioso di aver preso parte al voto di salvataggio di questa partecipata. Siamo protagonisti di una svolta epocale e lo siamo tutti, ognuno con il suo ruolo”. Presenti alla seduta tutti i consiglieri provinciali, oltre al segretario generale Angelo Caretto e al direttore generale Gianni Refolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento