Politica

Si allarga la platea dei vincitori della borsa di studio. Soddisfazione di Link

La copertura non è ancora totale: rimangono fuori molti studenti del primo anno. Pulieri sulle graduatorie: "Una vittoria dei movimenti studenteschi, non molleremo"

LECCE - Sono state pubblicate oggi, 29 dicembre, le graduatorie relative all’assegnazione delle borse di studio Adisu 2017/18. E, per la prima volta, tutti gli studenti di anni successivi al primo sono risultati borsisti con la prima graduatoria. La prima metà del sussidio sarà erogata a tutti i vincitori entro fine gennaio.

“La copertura totale degli studenti di anni successivi con la prima assegnazione delle borse è una vittoria inedita delle mobilitazioni studentesche - dichiara Enrico Pulieri, rappresentante in Cda Adisu di Link -. Negli scorsi mesi abbiamo ottenuto diversi tavoli con la Regione Puglia, in particolare con l’assessore alla Formazione e al lavoro, Sebastiano Leo, durante i quali abbiamo richiesto l’aumento delle risorse regionali disponibili per l’erogazione delle borse di studio, attingendo anche alle risorse del Fondo sociale europeo”.

La copertura, tuttavia, non è ancora totale: a rimanere fuori sono ancora molti studenti del primo anno. Sebbene tali studenti, per ricevere la borsa di studio, debbano prima conseguire 20 crediti formativi, il fatto che ad oggi molti siano ancora “idonei non beneficiari” li pone in una situazione di profonda incertezza.

“Per questo motivo, affinché il diritto allo studio sia realmente tutelato, chiediamo che vengano stanziate sufficienti risorse anche per coprire tutte le borse di studio delle matricole, per raggiungere così la copertura totale – aggiunge Pulieri -. Quest’assegnazione è un risultato importante, ma sono necessari ancora degli avanzamenti. Per eliminare la figura dell’idoneo non beneficiario e garantire l’invio delle borse di studio all’inizio dell’anno accademico è necessario un miglioramento strutturale del sistema del diritto allo studio pugliese, attraverso finanziamenti che siano adeguati e che siano stanziati in tempo per l’avvio dell’anno. Continueremo a batterci e a proseguire il nostro lavoro di rappresentanza per garantire i diritti degli studenti e studentesse pugliesi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si allarga la platea dei vincitori della borsa di studio. Soddisfazione di Link

LeccePrima è in caricamento