Politica

Allarme da Italia Wave: "E i fondi della Provincia?"

Il direttore artistico del festival internazionale in programma a Lecce: "Abbiamo appreso che l'ente non può garantire gli 80 mila euro promessi. Attendiamo chiarimenti dalla vice presidente Manca"

La vice presidente della Provincia, con delega alla cultura, Simona Manca.

LECCE - A due settimane dall'inizio del prestigioso festival "Italia Wave", una tegola si abbatte sulla macchina organizzativa. La Provincia di Lecce non sarebbe più in grado di garantire il finanziamento promesso, consistente in 80 mila euro. La notizia, che questa mattina circolava ufficiosamente sul web, assume ora i crismi dell'ufficialità con la nota stampa di Mauro Valenti, il direttore artistico della manifestazione che porterà a Lecce artisti del calibro di Lou Reed, Paolo Nutini, Cristina Donà e Daniele Silvestri, tanto per citare solo alcuni dei tanti protagonisti che accenderanno il Salento per quattro giorni (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=28183).

"Non è uno scherzo spostare un festival di 25 anni di età dalla Toscana in Puglia. Abbiamo incontrato difficoltà e soddisfazioni e ci apprestiamo tra poche settimane a dare il via a questa venticinquesima edizione. L'attenzione del pubblico è crescente, sono di questi giorni i numeri da record del nostro sito e dei nostri social network, l'attenzione della stampa aumenta, le radio parlano di Italia Wave, da tutta Italia 25 band selezionate in tutte le regioni si stanno preparando per venire a suonare a Lecce, ospiti, musicisti, artisti provenienti da tutto il mondo si troveranno in Salento dal 14 al 17 luglio".

"Ci dispiace apprendere che un ente importante come la Provincia di Lecce, a pochi giorni dall'inizio del festival, ritratti quanto promesso nei mesi precedenti, ovvero un finanziamento di 80.000 euro più volte confermato negli incontri preparatori e decisionali a cui hanno partecipato anche la Regione Puglia e il Comune di Lecce. Comprendiamo le difficoltà attuali che investono il nostro tempo e questo territorio. Siamo altresì convinti che un investimento in cultura possa giovare all'economia di questa regione per un festival che mette Lecce al centro della cultura giovanile".

"Lo hanno capito con noi la Regione Puglia, che ci ha invitato in questa bellissima Regione, il Sindaco Paolo Perrone, che nonostante le difficoltà sta muovendo la macchina comunale perché i problemi siano man mano risolti, Alfredo Prete, a capo della Camera di Commercio di Lecce e di Unioncamere Puglia, nel quale abbiamo trovato una grande disponibilità, e inoltre lo hanno capito Università del Salento, l'Us Lecce e tantissime associazioni che collaborano con noi alla riuscita dell'evento".

"Vorremmo capire dalla vicepresidente della Provincia Simona Manca cosa è successo, come sia possibile ritirarsi a quindici giorni dall'inizio del festival da una manifestazione internazionale alla quale stiamo lavorando da inizio anno. Ci incoraggiano il sold-out per l'inedito concerto di Giovanni Lindo Ferretti previsto per domenica 17 luglio all'alba a San Cataldo, i numeri del sito, l'interesse di tanti amici e di tanto pubblico che verrà in Salento tra 2 settimane per la 25esima edizione di Italia Wave Love Festival. Restiamo in attesa di un segnale e speriamo che la Provincia possa onorare le promesse mantenute e dare seguito alle riunioni e alle decisioni che ci hanno portato sin qui".


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme da Italia Wave: "E i fondi della Provincia?"

LeccePrima è in caricamento