menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambientalisti bissano il sit-in: di nuovo in piazza per difendere gli ulivi

Dopo la mobilitazione di venerdì scorso davanti alla Prefettura di Lecce, le sigle e le associazioni ambientaliste del territorio tornano a protestare in Piazza Sant'Oronzo contro la "mattanza" di alberi per via del caso "Xylella"

LECCE - Ambientalisti di nuovo in piazza a tutela degli ulivi salentini: dopo il sit-in di venerdì sera, davanti alla Prefettura, le sigle e le associazioni del territorio si danno appuntamento nel pomeriggio, in Piazza Sant’Oronzo a Lecce, per proseguire (dalle 18 alle 22) la protesta contro l’affaire “Xylella”.

Il primo sit-in era stato organizzato da Forum Ambiente e Salute, Spazi Popolari e Coordinamento Civico per la Tutela del Territorio e della Salute del Cittadino, e ha visto la  partecipazione di cittadini e parlamentari locali, questo secondo evento vede l’adesione di Arci provinciale Lecce, Associazione DnaDonna, Egerthe!, Gruppo indipendente Intervalla insaniae, Forum Amici del territorio, Sos Coste, Associazione Core De Villani, Movimento Agende Rosse Salento, associazione Sveglia cittadina, Comitato Civico La Scisciula, Soniboni officine culturali, Nuova Messapia, Cosa pubblica Puglia - Collettivo Arte ambiente Nuovi Selvaggi, Associazione di volontariato Mujmunè, Associazione “Il nodo fatato”, Associazione “La valigia parlante”Solet, Liberamente e Apertamente, Comitato intercomunale “No alla centrale a biomasse a Lequile”, associazione "Custodi del Salento","Meticcia" Aps, Collettivo Tesla, Cooperativa "Laboratorio Zarchar" Manfredonia, Laboratorio Omar Moheissi, FucinaAsud, Collettivo C.La.s.s. - Associazione Nuvole Taurisano.

Si tratta di una mobilitazione civica, come spiegano gli ambientalisti, levatasi al fine di fermare quello che viene definito “l’eccidio del patrimonio olivicolo”, dopo che la Regione Puglia, all’indomani della Domenica delle Palme, ha fatto eradicare i primi 104 esemplari di olivo secolari, la maggior parte dei quali “senza alcun sintomo di malanno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento