Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica Carmiano

Ambulanti, commercianti al dettaglio di frutta e verdura sul piede di guerra

Fedimprese e Federaziende presentano un atto di denuncia-esposto per la situazione di Carmiano. "Atto del Comune illegittimo"

CARMIANO – I commercianti al dettaglio di frutta e verdura in esercizi di vicinato di Carmiano sono sul piede di guerra e, con il supporto di Fedimprese e Federaziende, hanno presentato un atto di denuncia-esposto. “Il sindaco convochi immediatamente un tavolo di concertazione, la situazione non è più tollerabile”, tuonano i rappresentanti delle due associazioni, rispettivamente Salvatore Longo ed Eleno Mazzotta.

Il riferimento è alla vendita ambulante e, la causa scatenante, la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di un atto a firma del responsabile del Settore VI (attività economiche e produttive) per comunicare che si procederà all'assegnazione di posteggi per veicoli e di quelli con banco mobile sulla base dell'ordine cronologico delle richieste pervenute al Suap.

Per i commercianti, sostenuti dalle due associazioni, si tratterebbe di una procedura illegittima, ovvero in contrasto con gli articoli 29 e 31 della legge regionale 24 del 16 aprile 2015 che, disciplinando in tutte le sue forme l'esercizio dell'attività commerciale, negli articoli 29 e 31 regola ll'attività con posteggio (A) e quella in forma itinerante (tipo B).

Le norma stabilisce che “l'esercizio del commercio su aree pubbliche mediante l'uso di posteggio è soggetta ad autorizzazione rilasciata dal Comune dove è ubicato il posteggio” e che “ciascun singolo posteggio è oggetto di distinta autorizzazione”. E ancora che “l’esercizio del commercio su aree pubbliche di tipo B è soggetta a Scia da presentarsi al Suap del Comune in cui il richiedente inizia l'attività”. Infine, dice che: lL'esercizio del commercio in forma itinerante permette di effettuare soste per il tempo necessario a servire la clientela e, con divieto di posizionare la merce sul terreno o su banchi a terra, nel rispetto delle vigenti normative igienico sanitarie”.

Gli associati di Federaziende e di Fedimprese che hanno sottoscritto l'esposto, denunciano che a Carmiano, nelle vie Veglie, Roma, Don Alessandro Niccoli, Lecce, Alessandro Volta, Alcide De Gasperi, Novoli, Leverano, Firenze e in piazza Diaz, si registra una considerevole presenza di soggetti che si comportano come se fossero possessori di autorizzazione di tipo A. E invece, stando a quanto lamentano, o hanno quella di tipo B, o hanno eseguito la comunicazione di vendita diretta dei prodotti agricoli provenienti in misura prevalente dalle rispettive aziende o, peggio ancora, sono privi di qualsiasi autorizzazione amministrativa.  

Federaziende e da Fedimprese, che hanno anche diffidato il funzionario a non rilasciare le concessioni, ora chiedono alle autorità competenti di accertare e valutare se siano rinvenibili situazioni rilevanti sotto il profilo amministrativo se non addirittura penale.

L'atto della discordia: Avviso_Pubblico

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambulanti, commercianti al dettaglio di frutta e verdura sul piede di guerra

LeccePrima è in caricamento