rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
A Galatina leggero aumento

Amministrative Salento, affluenza in calo: alle urne il 65,57% dei votanti

In quasi tutti i sedici centri chiamati a rinnovare i consigli comunali, registrata una diminuzione della partecipazione: in sei paesi superata la soglia del 70%

LECCE - Il flop del referendum sulla giustizia è archiviato e spetterà agli analisti ragionare sulle ragioni dell’insuccesso e soprattutto sul perché il ricorso allo strumento nelle ultime nove occasioni abbia portato solo una volta al raggiungimento del quorum. L’attenzione ora si sposta alle amministrative che coinvolgono il territorio salentino con il rinnovo dei consigli comunali in sedici paesi della provincia di Lecce.

Diversi i numeri dell’affluenza rispetto a quanto avvenuto col referendum: il dato complessivo della partecipazione nei sedici comuni si attesta al 65,57% con una leggera riduzione rispetto all’appuntamento precedente (68,73%).

Più disaffezione, insomma, in generale, da parte dei votanti anche in quello che tradizionalmente è stato il passaggio elettorale più partecipato: diminuisce l’affluenza in quasi tutti i comuni alle urne con percentuali ampie ad Aradeo (-6%), a Leverano (-11%), a Otranto (-4% circa), Ruffano (-7%) e a Scorrano (-4%). Percentuale più alta raggiunta a Castro, dove nonostante una lieve diminuzione della partecipazione, si tocca quota 84,17%.

In crescita, invece, anche se di poco l’affluenza a Galatina, con circa l’1,30% in più rispetto alla competizione elettorale precedente (66,85%).

Superata la soglia del 70% dei partecipanti a Castro, Guagnano, Melendugno, Ortelle, Otranto e San Cassiano. Operazione di scrutinio al via alle 14, ma per effetto di questi dati ci sono già due sindaci eletti: si tratta di Giorgio Toma, a Matino, e di Oronzo Lazzari a San Cassiano, entrambi in corsa solitaria, chiamati a superare l’unico scoglio del quorum.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative Salento, affluenza in calo: alle urne il 65,57% dei votanti

LeccePrima è in caricamento