rotate-mobile
Mercoledì, 31 Maggio 2023
I dati in diretta

Amministrative, tra conferme, ritorni e novità: i nomi dei sindaci eletti

Molti sindaci uscenti riconfermati alla guida delle proprie comunità con il tris di Gravante a Giurdignano e di Bleve a Santa Cesarea. Tra le novità Mariarosaria De Bartolomeo che vince a Veglie. A Otranto torna sindaco dopo più di vent'anni Francesco Bruni

LECCE – Sindaci uscenti riconfermati, qualche novità e persino un ritorno: è questa la sintesi delle amministrative 2023 nei tredici comuni al voto nel Salento.

Sindaci uscenti riconfermati

Si parte con le riconferme dei primi cittadini uscenti, quelle significative, perché si tratta di un tris, di Monica Gravante a Giurdignano e di Pasquale Bleve a Santa Cesarea Terme. L’avvocatessa fa tris, diventando per la prima volta nella storia del Comune sindaca per il terzo mandato consecutivo, avendo la meglio sul suo avversario storico e predecessore Donato Fanciullo: 964 i voti per il 69,87 percento contro i 408 del suo avversario, fermo al 30,13 percento. Riesce, come detto, nell’obiettivo anche il collega di Santa Cesarea Terme, Pasquale Bleve, che ha la meglio sulla lista guidata dall’avvocato Claudio Mangia.

A Montesano Salentino, nella riedizione della sfida di cinque anni fa, il primo cittadino uscente Giuseppe Maglie batte di nuovo Massimo Maglie, capogruppo di opposizione nella precedente consiliatura: 1412 preferenze per una percentuale del 76,45 percento contro 435 voti per il 23,55 percento.

A Spongano, netta affermazione per l’uscente Gigi Rizzello che ottiene il 79,05 percento delle preferenze con 1815 voti, battendo lo sfidante, il dirigente scolastico dello “Stampacchia” di Tricase, Mauro Polimeno, fermo a 481 voti per una percentuale del 20,95 percento.

Anche ad Alezio, affermazione del primo cittadino uscente, Andrea Barone, che batte il suo predecessore, Vincenzo Romano. Riconferma anche a Salve per Francesco Villanova che batte Simona Conte. A San Donato di Lecce, riesce l’operazione trasversale al sindaco uscente, Alessandro Quarta, che si riconferma battendo Donato Salvatore Tanieli.

Il tempo dei ritorni

A Otranto, dopo oltre vent’anni dall’ultima volta, torna sindaco Francesco Bruni, in una competizione elettorale più tirata rispetto al passato, viste le note vicende giudiziarie che hanno colpito il Comune: battuta Lavinia Puzzovio. La sua vittoria arriva nel segno della continuità amministrativa con l’esperienza delle gestioni precedenti.

A Surbo, torna sindaco dopo il commissariamento Ronny Trio, che batte Lino Paladini, Filomena D’Antini e l’ex vicesindaca Martina Gentile. L’operazione ritorno, invece, naufraga a Sannicola, dove l’ex sindaco Pippi Nocera viene battuto dal vicesindaco uscente Graziano Scorrano con un voto che premia la continuità amministrativa, e a Vernole, dove l'ex sindaco Ferdinando Pedaci si arrende a Mauro De Carlo. 

Le novità

La prima novità significativa arriva da Veglie dove il centrosinistra trova una importante affermazione con Mariarosaria De Bartolomeo che batte il centrodestra con candidato Giuseppe Landolfo.

A Squinzano, dopo il periodo di commissariamento, il nuovo sindaco è Mario Pede, sostenuto dall’ex sindaco Mino Miccoli, che ha battuto Andrea Pulli e l’ex primo cittadino Gianni Marra. Ed è una novità anche il successo già evidenziato di De Carlo a Vernole. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, tra conferme, ritorni e novità: i nomi dei sindaci eletti

LeccePrima è in caricamento