Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

L'analisi: l'exploit dell'ex sindaco e il voto disgiunto di Barba

Il candidato di Gallipoli Futura sfiora il 40 per cento seguito giovane del Pd, staccandolo di 300 preferenze. Barba molla in corsa Quintana

Flavio Fasano.

GALLIPOLI – Dopo una lunga notte di scrutinio i dati ufficiali tardano ancora a completarsi, ma il quadro è oramai definito. Come nelle previsioni della vigilia sarà ballottaggio in terra gallipolina, mentre si consuma l’ennesima lacerazione in casa del centrodestra tra Vincenzo Barba e il candidato Sandro Quintana.

Vola il raggruppamento civico di Gallipoli Futura, guidato dall’ex sindaco e assessore provinciale Flavio Fasano, con tutte le sezioni scrutinate (24 su 24) si assesta al 39,89 per cento frutto dei 5.054 voti riversati al candidato sindaco e alla spinta delle sue quattro liste civiche con un buon risultato in ascesa maturato dalla lista Delfino, al 10,8 per cento, e Ancora. Il testa a testa con il giovane Dem, Stefano Minerva, alla guida della coalizione del centrosinistra e delle sue sette liste di riferimento si è protratto sino all'ora di pranzo.

Poi i primi dati ufficiali hanno segnato un primo distacco di quasi tre punti percentuali di Fasano e di una manciata di consensi di differenza. Minerva con 4.735 voti si attesta al 37,37 per cento e può già gioire non solo per aver guadagnato l’accesso al ballottaggio ma anche per il buon andamento della sua lista di riferimento di Noi Giovani con Minerva (oltre la soglia del 10 per cento) e per l’apporto della lista dei moderati della Grande Gallipoli.

Nuovo crollo anche in questa tornata elettorale (come nel 2012 avvenne per Salvatore Di Mattina) per il centrodestra imploso sotto i colpi del voto disgiunto alimentato da Vincenzo Barba che ha tolto in corsa il sostegno al candidato sindaco Sandro Quintana, colpevole a detta del senatore azzurro di non aver portato alcun valore aggiunto alla coalizione e di non essersi allineato al percorso e alle “champagnate” programmate dal già parlamentare salentino.

E sono già volati gli stracci tra Forza Italia e Quintana che non raggiunge dunque il traguardo del ballottaggio con un stacco di quasi venti punti percentuali da Fasano. Al momento i dati reali parlano di 2570 consensi per il candidato del centrodestra (pari al 20,28 per cento) sostenuto da Fi, dai fittiani, Noi con Salvini e tre civiche tra cui Crescere Insieme che conferma la forza elettorale di Salvatore Guglielmetti. Il candidato solitario del Movimento Sociale Italiano, Tommaso Provenzano si attesta al 2,44 per cento con 310 preferenze. Altra certezza acquisita ad urne ormai chiuse il dato relativo all’affluenza. Erano 20.405 i gallipolini con diritto di voto. Hanno votato in 13.280 pari al 65,08 per cento, dato pressoché identico alle comunali del 2012 (i votanti allora furono 13.381 pari al 65,86%).             

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'analisi: l'exploit dell'ex sindaco e il voto disgiunto di Barba

LeccePrima è in caricamento