Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica Maglie

Antonio Fitto: Regione e Provincia rimborsino la Tarsu

Maglie: il sindaco appoggia il presidente dell'Ato Le/2: "Illegittimi gli oneri per la biostabilizzazione". L'impianto di Poggiardo non avrebbe effettuato il servizio che giustifica l'aumento di tasse

Se la biostabilizzazione nell'impianto di Poggiardo è fallita e quindi, di fatto, non è mai avvenuta dopo l'attivazione del Piano dei rifiuti, anche l'aumento della tassazione per i cittadini per un servizio mai reso, non ha ragione di essere. Un discorso che non fa una piega quello avanzato dal sindaco di Maglie, Antonio Fitto, che in queste ore sta caldeggiando al proposta che entro pochi giorni sarà avanzata anche dal presidente dell'Ato Le/2, Silvano Macculi, alle istituzioni competenti: rimborsare le somme in più versate dai cittadini del bacino per la Tarsu. "Notizie ufficiali, peraltro confermate dal Presidente Pellegrino e dai tecnici" dice Antonio Fitto, "testimoniano quanto già sapevamo ed avevamo comunicato. Ovvero che la biostabilizzazione presso l'impianto di Poggiardo non è di fatto mai avvenuta. Come ho già ampiamente chiarito in varie sedi, a causa dei ritardi del Commissario per l'emergenza rifiuti, i sindaci si sono visti costretti ad aumentare le tasse sui rifiuti a carico dei cittadini. Non è giusto" continua il primo cittadino, "che siano i cittadini a pagare per ritardi e omissioni addebitabili alle inadempienze delle amministrazioni Regionale e Provinciale che individuano servizi che poi, nella realtà, non vengono erogati".


Da qui l'azione comune anticipata da parte degli amministratori del bacino Lecce 2. Nei prossimi giorni infatti, il Presidente dell'Ato Le2 redigerà la formale richiesta per ottenere il rimborso delle somme indebitamente versate dai cittadini attraverso la corresponsione degli oneri Tarsu che, in teoria, sarebbero dovute servire per effettuare un trattamento che non ha mai avuto luogo. "Una iniziativa doverosa" incalza Antonio Fitto. Che conclude: "Personalmente, a nome dei miei concittadini, chiederò la restituzione delle somme che i cittadini hanno in buona fede versato e procederò al rimborso delle stesse ai contribuenti. Spero che tutto ciò possa svolgersi serenamente e di concerto tra le parti. Tuttavia, in caso contrario, mi farò promotore ed inviterò i miei concittadini a sottoscrivere regolare ricorso per la restituzione delle somme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Fitto: Regione e Provincia rimborsino la Tarsu

LeccePrima è in caricamento