Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Approvata la mozione di Link e Adi sull’eleggibilità del Cda universitario

Il Senato accademico ha deliberato all'unanimità. Gli atenei, secondo le associazioni, devono applicare la modalità elettiva dei componenti del consiglio d'amministrazione. Approvato anche il manifesto degli studi 2013/14

L'ateneo salentino

LECCE - Questa mattina il Senato accademico dell’Università del Salento ha approvato all’unanimità la mozione, presentata dai rappresentanti di Link-Udu Lecce e Adi Lecce, per chiedere “che il ministero dell’Istruzione si faccia promotore di una circolare interpretativa che, riprendendo la recente giurisprudenza amministrativa, sancisca definitivamente l’interpretazione autentica dell’articolo 2 comma 1 della Legge 240 del 2010, permettendo, in questo, che gli atenei possano modificare i propri statuti scegliendo di applicare la modalità elettiva per la scelta dei componenti interni del Consiglio d’amministrazione.”

Infatti i Tribunale amministrativo di Liguria, Piemonte, Toscana, Sicilia e Friuli Venezia-Giulia hanno bocciato i ricorsi del Miur contro gli atenei che avevano deciso di prevedere in statuto una modalità elettiva anche per i membri interni del Cda, affermando la legittimità di tale modalità. A distanza di due anni, uno degli aspetti della riforma Gelmini tra i più contestati da Link e Adi, quale la riduzione di democrazia nella nuova “governance”, è di fatto venuto a cadere. Inoltre in seduta odierna è stato approvato il manifesto degli studi anno accademico 2013\14. Infine, su proposta dei rappresentanti di Link Udu Lecce è stata istituita una commissione composta da studenti e docenti con il compito di elaborare delle proposte condivise sul regolamento degli studenti part-time e sulla contribuzione degli studenti fuoricorso.

Infatti, ancora ad oggi, secondo i rappresentanti delle due associazioni di studenti e ricercatori universitari, la figura dello studente part-time non viene riconosciuta in tutto il suo potenziale, poiché può optare per il regime a tempo parziale soltanto nel momento in cui si immatricola al primo anno, ma non può farlo durante il suo corso di studi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvata la mozione di Link e Adi sull’eleggibilità del Cda universitario

LeccePrima è in caricamento