Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Approvato il bilancio. Vernole rispetta il patto di stabilità, senza aumenti

Dal consiglio comunale arriva il via libera al conto consuntivo del 2011 e al bilancio 2012, che attestano il rispetto del patto di stabilità, con il mantenimento dei servizi e senza gli aumenti di tributi Imu, Tarsu ed Irpef

VERNOLE - Il consiglio comunale di Vernole, nella seduta del 3 settembre, con ben sei differenti deliberazioni, ha affrontato la situazione economico-finanziaria dell’ente con specifico riferimento agli esercizi finanziari 2011 e 2012. Come spiega il sindaco Mario Mangione, la logica che ha ispirato l’azione dell’amministrazione comunale è stata quella di “mantenere invariati i servizi alla comunità, nonostante la riduzione dei trasferimenti statali, senza gravare i cittadini con tassazioni aggiuntive, economizzando e razionalizzando le spese”.

Un obiettivo definito “ambizioso” ed “importante” raggiunto con il bilancio del 2012: non è stata adottata l’opportunità offerta dal governo nazionale di aumentare l’aliquota Imu, mentre è rimasta invariata la Tarsu e non è stata incrementata l’addizionale Irpef: “La politica consapevole ed attenta – chiariscono il sindaco e l’assessore al bilancio, Lucia Papa Pascali - ha inoltre consentito di ripianare posizioni debitorie pregresse con rate di circa 330mila euro annui corrisposte alla cassa Depositi e Prestiti senza attingere, negli ultimi quattro anni, alcun euro di mutuo, di rispettare il patto di stabilità dell’anno 2011 e creare le condizioni per il rispetto del patto anche nel 2012”.

“Se da una parte tale rigore ha comportato il riordino del bilancio dell’ente – puntualizzano -, dall’altra richiede comunque dei sacrifici alla comunità che deve essere ben consapevole del contesto in cui versa la situazione generale. Le opportunità di investimento, pure necessarie per creare lo sviluppo del territorio, non possono che rivenire esclusivamente da risorse esterne cercate con molta attenzione ed alle quali si attinge quando ne ricorrono le opportunità”.

Il sindaco Mangione si dice “particolarmente soddisfatto” dei risultati dall’azione amministrativa impostata che “ha consentito di rispettare il patto di stabilità, di pagare importanti somme per i mutui, mantenendo invariati i servizi senza appesantire la esazione fiscale e tributaria nei confronti dei cittadini, attingendo a fondi comunitari che hanno consentito di recuperare le risorse finanziarie per realizzare un centro diurno per Alzheimer, un centro di accoglienza turistica, l’ammodernamento di alcune strade rurali, interventi nell’importante palazzo dei Conti Romano di Pisignano e di completare importanti opere pubbliche in corso”.

Il riferimento è alla fogna bianca a Vernole e nel tratto ad Acquarica, alla nuova area mercatale, alla viabilità della zona 167, alle infrastrutturazioni sportive nella stessa zona e ad Acaya, al basolato ad Acaya, alla palestra a Strudà con spogliatoi autonomi, e alla ristrutturazione di tutte le strutture sportive.  

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato il bilancio. Vernole rispetta il patto di stabilità, senza aumenti

LeccePrima è in caricamento