menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il segretario Fabrizio Marra.

Il segretario Fabrizio Marra.

Il Pd leccese accende i motori: primi passi verso una strategia elettorale

Assemblea in via Milizia per iniziare un percorso che porti alle elezioni amministrative del 2017 con possibilità di vittoria

LECCE - Il Partito Democratico leccese ha acceso i motori, anche se i giri appaiono ancora al minimo. Per questa mattina era stata convocata presso la sede di via Milizia, sede del circolo cittadino, un'assemblea aperta con il gruppo consiliare, la segreteria, i militanti e i simpatizzanti. 

Sono state messe sul tappeto le prime buone intenzioni per avviare un cammino che porti il centrosinistra a contendere la vittoria alle elezioni amministrative del prossimo anno: la prima è sicuramente quella di stabilire un programma di incontri frequenti con la cittadinanza per cercare di rimediare il gap laddove la destra spopola, cioè nelle periferie. 

Presenti il segretario provinciale, Salvatore Piconese, quello cittadino, Fabrizio Marra, il capogruppo a Palazzo Carafa, Paolo Foresio con i consiglieri Antonio Torricelli, Antonio Rotundo, Sergio Signore e Maria Paola Leucci, ma anche i deputati Salvatore Capone e Federico Massa e il consigliere regionale, Ernesto Abaterusso. 

Assente Sergio Blasi, anch'egli consigliere regionale: nei mesi scorsi non ha ecluso di poter partecipare da protagonista alla competizione leccese. I suoi collaboratori dell' associazione "Prendi posizione" hanno fatto sapere che Blasi non è stato invitato all'incontro.

Gli interventi dei militanti hanno sottolineato in gran pare la necessità di stabilire un'agenda che tenga al primo posto i servizi sociali e i beni pubblici, nel quadro di una stagnazione economica che indebolisce visibilmente anche il ceto medio. Considerando il forte radicamento del centrodestra in città, consolidato attraverso due mandati di Adriana Poli Bortone e due di Paolo Perrone, il tempo a disposizione per l'area progressista non è molto: si tratta di definire un programma, un perimetro di alleanze e lavorare contemporaneamente a una o più candidature che abbiano presa sull'elettorato cittadino. E su tutti questi versanti il Pd sembra essere piuttosto indietro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento