Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Regione: Barba e Vadrucci, assenze record. Congedo e Negro sempre al loro posto

Diffusi dal "Comitato cittadini attivi per la Puglia" i dati sulle presenze in consiglio regionale. I due salentini di Forza Italia guidano la speciale classifica, il collega di partito invece è tra i 35 virtuosi, come l'esponente dell'Udc

L'aula consiliare durante la seduta odierna.

LECCE – Antonio Barba e Mario Vadrucci. di Forza Italia, sono i consiglieri regionali con il maggior numero di assenze nel 2013. Secondo un resoconto ufficiale divulgato dal Comitato cittadini attivi per la Puglia proprio nella mattinata in cui si è riunita la massima assise regionale, i due salentini figurano al primo e al secondo posto di questa particolare classifica.

Salvatore Negro (Udc) e Saverio Congedo (Fi) sono invece tra i 35 su 84 (considerate le dimissioni e le proclamazioni dei subentranti) che sono stati sempre presenti alle sedute del consiglio regionale. Una sola a carico di Sergio Blasi (Pd), Loredana Capone (Pd), Andrea Caroppo (Nuovo Centrodestra), Aurelio Gianfreda (Democratici autonomi) e Antonio Maniglio (Pd, due per Donato Pellegrino (Misto) e Antonio Buccoliero (Misto). Tra i consiglieri eletti in Parlamento e che si sono dimessi a maggio scorso per andare a Roma, il forzista Roberto Marti (Camera) ha collezionato quattro assenze, Dario Stefàno di Sel (Senato) due, Rocco Palese di Forza Italia (Camera) una. Il subentrante Antonio Galati, Sel, da maggio  a dicembre ha saltato due sedute.

Il coordinamento regionale del comitato commenta con durezza i numeri relativi all'assenteismo: “Nemmeno in un momento di antipolitica come questo si fermano. Saremmo curiosi conoscere anche i dati e le presenze delle commissioni consiliari per avere il quadro completo e dimostrare ulteriormente come si possa rubare la fiducia ed i soldi ai cittadini”. L’indennità per un consigliere regionale, dopo l’entrata in vigore del decreto Monti e dunque della decurtazione di un terzo (gennaio 2013) parte dai 8mila euro circa e subisce maggiorazioni in caso di cariche (capogruppo, presidenze). La somma è onnicomprensiva: include cioè, oltre all'indennità, anche le spese di mandato (trasferimento da e per Bari e altre voci connesse all'attività consiliare).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione: Barba e Vadrucci, assenze record. Congedo e Negro sempre al loro posto

LeccePrima è in caricamento