Politica

Ateneo: soldi dalla Regione, il Comune offre servizi

L'esecutivo pugliese ha stanziato 3 milioni per gli atenei regionali, 700 mila euro per l'Università del Salento. All'appello degli studenti risponde anche il sindaco Perrone: "Potenzieremo i servizi"

sold

LECCE - La giunta regionale ha destinato all'ateneo salentino 700 mila euro senza vincolo, lasciando cioè agli organi accademici la facoltà di decidere come impiegarli. Ma gli studenti un'idea ce l'hanno da tempo e proprio per questo giorni addietro avevano lanciato un appello alle istituzioni locali perché contribuissero alla copertura di quell'extragettito - 1 milione e 600 mila euro - necessario alla chiusura del bilancio accademico (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=26133).

L'amministrazione dell'Università del Salento, sin dalla scorsa estate, ha comunque trovato il modo di far quadrare i conti attraverso un aumento considerevole della tassazione che ha scatenato un diffuso malcontento ed avviato una serie di iniziative di protesta (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=25720).

La speranza è ora di impiegare i fondi regionali per attenuare l'impatto delle tasse soprattutto sugli studenti meno abbienti che, per una serie di ragioni, risultano tra i più colpiti. Le rate di pagamento sono già in scadenza anche se l'obiettivo è quello di modificare completamente i criteri di quantificazione, evidentemente piuttosto iniqui così come sono adesso. Ma c'è un iter istituzionale ben preciso da seguire mentre il Consiglio di amministrazione deve licenziare il bilancio entro questo mese.

Oggi intanto è arrivato un altro segnale di attenzione, questa volta da parte del sindaco di Lecce che ha risposto alle sollecitazioni dell'Unione degli studenti: "Ho già incontrato nei giorni scorsi i rappresentanti di alcune associazioni studentesche per parlare di tale questione. Come è noto, il Comune, come tutti gli Enti locali, non può venire incontro alle istanze, seppur pienamente legittime e condivisibili, che arrivano dal mondo studentesco. Una cosa, tuttavia, posso dire fin da ora: piuttosto che erogare risorse noi siamo pronti a potenziare i servizi a favore degli universitari che frequentano l'ateneo salentino". Perrone ha fatto riferimento allo student center delle ex Officine Cantelmo, agli sportelli ad hoc già esistenti per la ricerca di alloggi e il collegamento con il mondo del lavoro ed a nuove iniziative come "Le officine della musica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ateneo: soldi dalla Regione, il Comune offre servizi

LeccePrima è in caricamento