Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Ato Lecce 2, i numeri danno ragione a Macculi

Dopo la richiesta di dimissioni al presidente - assessore, da parte di 15 amministrazioni, oggi la replica dal Cda e dall'assemblea. Conto consuntivo registra avanzo di 483 mila euro

macculi_ciardo

LECCE - Il conto consuntivo dell'Ato Lecce 2 registra un avanzo di quasi 5 mila euro. Lo hanno sancito oggi il Cda e l'assemblea dell'ambito, respingendo la presa di posizione di 15 amministrazioni comunali contro la gestione del presidente Silvano Macculi, che è anche assessore provinciale (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=30530). I bilanci, è scritto in un rassicurante comunicato, erano stati lasciati in sospeso in attesa di conoscere l'esatto importo dei finanziamenti regionali.

E la querelle diventa subito politica. Forte del sostegno dei 27 sindaci presenti all'incontro odierno, Macculi ricollega la richiesta di dimissioni avanzata dai dissenzienti alla acerrima contrapposizione maturata intorno alla questione del buco da 7 milioni di euro in Provincia, della quale è stato protagonista sia nelle vesti di imputato che di accusatore. I lavori dell'assemblea - durante la quale il presidente ha comunque manifestato la disponibilità a lasciare l'incarico - si sono chiusi con la lettura di una nota scritta un mese addietro dal sindaco di Castro, Luigi Carrozzo.

Carrozzo ha definito "eccellente" il ruolo svolto dal presidente Macculi all'insegna "sempre di grande impegno, profonda competenza e grande capacità di mediazione, per cui le sue dimissioni sarebbero solo un motivo di grosse difficoltà per la gestione dell'Ato", bollando, infine, come pretestuose le "motivazioni che nulla hanno a che fare con le problematiche dell'Ato e non possono mettere in discussione impegno, capacità, onestà intellettuale e morale del suo Presidente". Lo stesso sindaco, infine conclude che "il disimpegno del presidente sicuramente sarebbe motivo di grosse difficoltà per la gestione dell'Ato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Lecce 2, i numeri danno ragione a Macculi

LeccePrima è in caricamento