Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Ato Le2, ultimatum dei sindaci a Macculi sulle delibere “illegittime”

I primi cittadini "dissidenti" tornano a fare la voce grossa e chiedono al presidente del Consorzio di ritirare entro dieci giorni due delibere dell'assemblea del 14 ottobre, "palesemente viziate ed affette da illegittimità"

 

CORIGLIANO D’OTRANTO – Non c’è pace nell’Ato Lecce 2. Dopo lo scontro con alcuni sindaci del consorzio e la lettera di diffida nei confronti del presidente, Silvano Macculli, che, a sua volta aveva respinto al mittente ogni accusa, oggi arriva l’ennesima puntata della lunga querelle.

I sindaci tornano a scrivere (informando il prefetto) e a diffidare l’Ato, riguardo alle deliberazioni assembleari adottate il 14 ottobre 2011, numero 20 e 22, ad oggetto rispettivamente l’approvazione del bilancio di previsione 2010 e del 2011, rilevando ed evidenziando che siano state adottate in violazione di quanto previsto dalla legge 267 del 2000, per quanto riguarda i principi di partecipazione e pubblicizzazione degli atti, per consentire all’assemblea di esprimere il proprio voto.

I sindaci sottolineano che i documenti contabili venivano supportati dal parere di un revisore dei conti “incompetente ad esprimersi in quanto mai nominato dall’assemblea del Consorzio e comunque in evidente contrasto con la previsione statutaria vigente che prevede la nomina da parte dell’assemblea di un collegio di revisori”. Solo in data successiva, il 24 ottobre 2011, si asserisce che il Consorzio abbia provveduto alla pubblicazione di avviso per individuare l’organo di revisione contabile per il triennio 2011-2014, confermando il vizio procedurale che ha investito le deliberazioni di riferimento.

Per quanto evidenziato, i sindaci “ribelli” invitano e diffidano il Consorzio Ato Le/2, in persona del Presidente e legale rappresentante, Silvano Macculi, ad intraprendere entro e non oltre i prossimi 10 giorni tutte le azioni necessarie al ritiro in autotutela delle deliberazioni 20 e 22, adottate dall’assemblea il 14 ottobre, “palesemente viziate ed affette da illegittimità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Le2, ultimatum dei sindaci a Macculi sulle delibere “illegittime”

LeccePrima è in caricamento