Attentato contro Albano: la solidarietà di Fitto, Poli Portone, Gabellone e Frasca

Dopo il secondo episodio intimidatorio ai danni del primo cittadino di Porto Cesareo, i rappresentati politici del territorio chiedono protezione e sollecitano una mobilitazione in difesa della legalità

L'auto della moglie del sindaco, danneggiata dall'esplosione.

 

LECCE - “Solidarietà e vicinanza al Sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano e alla sua famiglia” vengono espresse in una nota dall’onorevole Raffaele Fitto a poche ore dall’attentato incendiario che la notte scorsa ha distrutto l’auto della moglie del primo cittadino. “Si tratta purtroppo dell’ennesimo episodio intimidatorio nei confronti del sindaco Albano, ancor più grave e preoccupante perché questa volta ha colpito anche la sua famiglia. In mattinata ho contattato il prefetto di Lecce chiedendole di valutare l’opportunità di convocare ad horas una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per esaminare con estrema attenzione tutti gli episodi che vedono in questi giorni sindaci salentini in prima linea contro la criminalità. Insieme con gli altri parlamentari salentini porteremo la questione anche all’attenzione del ministro Cancellieri, nella certezza che questi sindaci siano vere e proprie sentinelle dello Stato sul territorio e come tali vadano adeguatamente tutelati e sostenuti”.

“L’episodio criminale di questa notte supera ogni limite di violenza: è inaccettabile”. Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone esprime “unanimi sentimenti di vicinanza e solidarietà da parte dell’intera istituzione al Sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano, vittima nella notte di un brutale episodio di violenza ai danni della sua abitazione: “L’episodio, preoccupante per la potenza dell’ordigno piazzato dinanzi alla casa del Sindaco, lascia esterrefatti per aver colpito un amministratore serio, da sempre impegnato con trasparenza e lealtà. È la seconda volta in 5 mesi, a distanza dall’analogo episodio del giugno scorso. Per questo mi auguro che le forze dell’ordine e le istituzioni demandate al controllo della legalità possano individuare in tempi rapidi chi tenta, con questi atti inqualificabili, di minare alle fondamenta la stabilità sociale e la civile convivenza delle nostre comunità; troppi episodi si stanno verificando con cadenza allarmante nella realtà di Porto Cesareo, fatto questo che dovrebbe indurre ad ulteriori e importanti riflessioni”.

“Sono vicino al sindaco Albano e alla sua famiglia – dice Mino Frasca, consigliere provinciale del Pdl - per quello che è accaduto stanotte. Purtroppo non è la prima volta che qualcuno cerca di intimidire il primo cittadino di Porto Cesareo e questo impone una riflessione molto seria. Credo che occorra  lavorare per impedire l’isolamento di un amministratore capace e coraggioso come Albano, che sta affrontando questioni molto delicate nell’esercizio quotidiano del suo mandato, e per tutelare l’istituzione che rappresenta. Ed i primi a stringersi attorno al loro primo cittadino devono essere gli stessi cesarini. Due episodi di questo tipo nel giro di pochi mesi sono un segnale decisamente preoccupante. Naturalmente, è doveroso confidare nel lavoro delle forze dell’ordine e nella collaborazione di tutti. Speriamo che si possa risalire agli autori di questi gesti incivili e restituire serenità a Salvatore Albano e a tutta la comunità di Porto Cesareo”.

La prima attestazione di solidarietà è giunta dalla senatrice Adriana Poli Bortone: “Massima solidarietà al sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano , vittima- nel giro di  pochi mesi - del secondo attentato ai suoi danni. Condannando con forza simili gesti,  assolutamente deprecabili e non ricondiucibili  in alcun modi ad una società che dovrebbe agire  nel rispetto del vivere civile oltre che della legalità,  mi auguro che si possa fare quanto prima luce su questo ennessimo, gravissimo episodio. Sono convinta che tutte le autorità competenti si adopereranno per comprendere quanto accaduto ai danni del sindaco, non solo in quanto cittadino di una comunità,   ma anche e soprattutto  in qualità dell’istituzione che rappresenta e che non può essere attaccata in questo modo vile.” 

Messaggi di sostegno ad Albano anche da parte di Vincenzo e Antonio Barba, rispettivamente parlamentare e consigliere regionale del Pdl, del sindaco di San Donato di Lecce, Ezio Conte, dell'eurodeputato del Pdl Raffaele Baldassare, di Fabrizio Camilli, vice presidente nazionale di Alleanza di centro, e del capogruppo Udc in Regione Puglia, Salvatore Negro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Virus a ritmo battente, i medici: “La Puglia diventi zona rossa”

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

  • Scavalca tre muri dopo il furto: fuga spericolata, ma braccato e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento