rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Politica

In attesa delle regionali, Messuti lancia il nuovo assetto di "Sentire Civico"

L'ex vice sindaco, che è anche dirigente di Forza Italia, sollecita il centrodestra a non perdere altro tempo nella scelta del candidato unitario

LECCE - Con un piede nel civismo e l'altro in Forza Italia, Gaetano Messuti si avvicina all'appuntamento delle elezioni regionali con il timore che il centrodestra possa farsi male da solo. La resistenza della Lega rispetto all'indicazione da parte di Fratelli d'Italia di Raffaele Fitto come candidato presidente suona, infatti, alle sue orecchie come cattivo presagio: "Sembra che l'esperienza non abbia insegnato nulla. Io porto addosso ancora le ferite dell'autolesionismo di cui siamo capaci", ha detto l'ex vice sindaco di Lecce nel corso della conferenza di presentazione della nuova organizzazione del suo movimento, "Sentire Civico". 

Messuti ha scherzosamente ammesso di essere affetto da "bipolarismo politico", ma ha anche precisato che la militanza in Forza Italia è una scelta del tutto personale e che non implica alcuna automatica affiliazione del gruppo civico al partito fondato da Silvio Berlusconi. Un concetto, questo, sottolineato da Oronzino Tramacere, consigliere comunale a Lecce che ha ribadito: "Ci sentiamo lontani da tutti i partiti". 

Nell'attesa che il centrodestra sciolga il nodo della candidatura, Messuti ha varato un nuovo assetto per il suo movimento: all'incontro di oggi erano presenti Massimo Giannini (Galatina), Luciano Rampino (Vernole), Carlo Barone (Parabita), Antonella De Pascalis (Martano), Gianluca Scozzi (Surbo), Domenico Capirola (Calimera) Antonio Tosi e Rocco Carangelo (Acquarica-Presicce), quest'ultimo con compiti di coordinamento a livello regionale così come Serena Donnini, attiva nel "popolo delle partite Iva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In attesa delle regionali, Messuti lancia il nuovo assetto di "Sentire Civico"

LeccePrima è in caricamento