Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Atto intimidatorio al capo dei vigili: "Preoccupante attacco alle istituzioni"

Dalla politica salentina solidarietà al comandante della municipale di Specchia dopo la bomba carta lanciata sulla sua abitazione. Si denuncia la "recrudescenza di atti criminosi": "Reagire compatti per ricercare cause e rimedi"

SPECCHIA - Il perpetrarsi di atti intimidatori nei confronti di rappresentanti delle istituzioni locali inizia a diventare un vero caso. Solo nella giornata di ieri, l'auto bruciata dell'assessore provinciale Silvano Macculi e la bomba carta sul balcone dell'abitazione del capo della municipale di Specchia, Luigi Scupola, arricchiscono in negativo l'elenco già ampio di simili episodi. Peraltro, lo stesso responsabile dei vigili di Specchia non è, a sua volta, nuovo a queste forme di intimidazioni, essendo stato già vittima di un altro atto analogo due anni fa.

La politica tutta, come già accaduto nella giornata di ieri, si interroga sul peso di queste intimidazioni ed esprime solidarietà al comandante Scupola. Teresa Bellanova, deputata salentina del Pd, in una nota scrive: "Esprimo piena solidarietà nei confronti del comandante della Polizia Municipale di Specchia, Luigi Scupola, per il grave atto intimidatorio di cui è stato vittima. Assistiamo negli ultimi tempi ad una preoccupante recrudescenza degli atti criminosi nei confronti delle Istituzioni o dei rappresentanti delle stesse".

"Sono certa - aggiunge - che magistratura e forze dell'ordine sapranno fare piena luce in tempi brevi su questo atto e sull'intensificarsi di questo fenomeno. Così come sono certa che Istituzioni e società sapranno fare fronte comune contro ogni tentativo di inquinamento della vita civile delle nostre comunità".

Sulla stessa linea d'onda il consigliere regionale dell'Udc, Salvatore Negro, che parla di "vile attacco alle Istituzioni ed alla comunità di Specchia”: “Solo per puro caso la bomba lanciata sull’abitazione del comandante Scupola non è esplosa, provocando danni assai più gravi – ha commentato il capogruppo Udc – Un gesto inquietante e vile ai danni di un uomo delle Istituzioni che già nel 2011 era stato oggetto di un altro atto intimidatorio simile".

"Siamo certi - aggiunge - che le Forze dell’Ordine sapranno fare chiarezza in tempi brevi sull’accaduto e assicurare alla giustizia i responsabili per restituire serenità al comandante Scupola, alla sua famiglia e alla comunità del sud Salento. Nel frattempo auspichiamo che politica e Istituzioni reagiscano compatte a questi atti intimidatori che si moltiplicano ogni giorno, ricercandone le cause ed i possibili rimedi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atto intimidatorio al capo dei vigili: "Preoccupante attacco alle istituzioni"

LeccePrima è in caricamento