Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

"Auto nel centro e sporcizia: sta diventando un incubo"

Angelamaria Spagnolo impegna la Giunta di Lecce a risolvere i problemi del centro storico. "Atti vandalici, degrado e veicoli posteggiati ovunque senza autorizzazione. Un bel biglietto da visita..."

Il centro storico di Lecce sporco, che più sporco non si può, assediato di auto e sfregiato dai vandali. Il quadro fotografato da Angelamaria Spagnolo, consigliere del centrosinistra a Palazzo Carafa, è impietoso. Non è la prima volta che si levano voci per chiedere una soluzione alle problematiche di un borgo antico che è in cerca di più ordine, tranquillità e decenza per presentarsi con aspetto signorile al cospetto dei turisti. "In queste settimane - ricorda la Spagnolo - si sono concentrate nell'area centrale della città numerosi episodi di vandalismo che hanno distrutto beni privati dei residenti e proprietà pubbliche". Basti pensare alle scritte che appaiono sempre più spesso sui muri dei palazzi storici. Non viene risparmiata neanche la sacralità del Duomo. Ma non solo. "Lo stato di degrado e sporcizia in cui versano costantemente le vie del centro storico sono purtroppo il pessimo biglietto da visita per i tantissimi turisti che scelgono la nostra città come mete preferita per i fine settimana". E in effetti Lecce, specie di recente, ha fatto gran sfoggio di sé, grazie ai ponti e alla "Notte Bianca". Problema: il giorno dopo la grande kermesse che ha convogliato migliaia di persone in città, lo sciopero degli addetti alle pulizie ha lasciato le vie sommerse di quintali di rifiuti.

C'è un altro aspetto, però, che Angelameria Spagnolo evidenzia ed al quale non sempre si dà il giusto risalto: "Cresce l'abitudine di utilizzare le vie del centro storico come luogo di parcheggio o do attraversamento da parte di centinaia di veicoli che non hanno nessun permesso di transito". Male antico, mai risolto. Le telecamere dovrebbero porre fine a questo problema, ma nella città in cui tutto viene inaugurato anche due o tre volte, prima dell'effettiva entrata in funzione, gli occhi elettronici devono ancora essere spalancati sul barocco.

"Tutto questo - incalza Angelamaria Spagnolo - rischia di creare una vera e propria questione 'sicurezza e degrado' per gli abitanti e gli operatori che vivono nel centro storico". A tale proposito, s'impegnano sindaco e Giunta "ad intraprendere iniziative concrete per fornire precise garanzie ai residenti e ai commercianti di questa importante area cittadina, ad affrontare la questione sicurezza, assicurando interventi mirati per il controllo del traffico urbano ed il rispetto delle regole e - non ultimo - a cercare di evitare che cresca sempre più lo stato di sporcizia e degrado considerato che lo stato di incertezza nell'appalto di pulizia si sta trasformando in un incubo quotidiano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Auto nel centro e sporcizia: sta diventando un incubo"

LeccePrima è in caricamento