rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Politica

Dal Salento all’Irpinia: a lei un assessorato per veicolare il brand Avellino

La nomina per la giornalista Barbara Politi, firma e volto noti in Puglia, soprattutto per la specializzazione nel settore enogastronomico. E sarà in particolare questo l'ambito che tenterà di sviluppare, partendo dalle eccellenze locali

AVELLINO – Dal Salento all’Irpinia, partendo dalle proprie esperienze nel campo della comunicazione come giornalista e nel settore enogastronomico, in cui s’è specializzata, per veicolare le eccellenze di Avellino. Ed è, infatti, proprio l’assessorato con delega  alla promozione del brand Avellino la nomina che Barbara Politi ha ricevuto dal sindaco della città campana, Gianluca Festa.

Mancava un nome in giunta per salire a quattro donne e raggiungere la cosiddetta quota rosa ed è spettato proprio alla giornalista originaria della provincia di Taranto, da tempo trapiantata a Lecce, colmare questa lacuna. “Ho solo impiegato più tempo per individuarla perché volevo essere sicuro della mia scelta”, ha spiegato oggi, in conferenza stampa, il sindaco Festa, presentando Barbara Politi, classe 1982, che vanta un ampio curriculum fra televisioni e giornali e che per un periodo ha svolto anche le mansioni di ufficio stampa per l’amministrazione comunale di Lecce.

“Promuovere i territori e raccontare le eccellenze di questi ultimi fa parte della mia vita e della mia attività professionale”, ha esordito la neo assessora, come riporta AvellinoToday. “Nel corso di 18 anni di mestiere giornalistico, ho maturato una competenza che mi auguro di poter mettere al servizio della città di Avellino nel migliore dei modi. Porterò il brand Avellino – ha assicurato, parlando della sua mission – al di fuori dei confini provinciali e regionali attraverso tutti i contatti e i network che ho collezionato durante il mio lavoro”.

“Mi dedicherò all’apertura di nuovi ponti e sfide dal punto di vista nazionale e, perché no, anche a qualche scommessa internazionale”, ha aggiunto. “L’asse sarà certamente quello Avellino-Puglia, completato con le capitali economiche, turistiche e finanziarie Roma e Milano. Lo scopo sarà anche creare delle sinergie strategiche che possano aprire questa città, che ha potenzialità enormi che meritano di essere espresse nel migliore dei modi”.

“Con il sindaco abbiamo già individuato le linee programmatiche, successivamente segneremo le priorità e gli obiettivi specifici”, ha aggiunto Barbara Politi. “Vogliamo raggiungere gli stessi risultati della Puglia, che ha svolto un lavoro strepitoso nell'ambito della comunicazione, valorizzando meglio e raccontando all’esterno le peculiarità del brand Avellino di cui sarò l’ambasciatrice. Il filo che seguirò sarà quello di collegare la città ai brand nazionali, che rappresentano l’eccellenza e l’italianità nel mondo”.

Entrando ancor più nel dettaglio, la giornalista prestata alla politica, ha menzionato il Vinitaly, “un appuntamento importante in cui potremmo promuovere in modo più concreto il brand del Fiano di Avellino, che può diventare uno strumento fondamentale per attrarre un turismo del vino che qui non è ancora sviluppato completamente. Per farlo – ha spiegato – occorre instaurare relazioni con le associazioni del vino e dei sommelier. Serve una comunicazione ferma ed identitaria perché i primi a dover credere nella bellezza della città devono essere i cittadini. Solo così possiamo convincere gli altri attraverso il racconto all’esterno. Questo è il piano strategico. Ovviamente, anche io ritengo che questa delega sia un rafforzativo all’assessorato al turismo e penso che una figura esterna – ha concluso – serve ad avere la lucidità giusta per esporsi e raccontarsi fuori dai propri confini”.

Il sindaco Festa ha voluto poi spiegare com’è ricaduta la scelta sulla giornalista salentina. “Dopo aver costruito il brand Avellino era necessario istituire la delega per promuoverlo. Ho conosciuto Barbara Politi durante AvelVino – ha detto – grazie alla collaborazione con il Gambero Rosso. Nell’ultimo mese è stata nostra ospite in incognito un paio di volte perché potesse conoscere meglio la città e le nostre richieste. Ho apprezzato sin da subito le sue doti professionali e la sua voglia di cimentarsi in questa nuova avventura. Quando si riveste un ruolo – ha aggiunto il primo cittadino – bisogna crederci e Barbara ha dimostrato subito grande volontà ed impegno; insieme abbiamo già individuato qualche iniziativa che presto presenteremo. Per l’amministrazione – ha concluso –questa è una sfida importante”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Salento all’Irpinia: a lei un assessorato per veicolare il brand Avellino

LeccePrima è in caricamento