Nuovo polo scolastico, Palazzo dei Celestini: "Cerchiamo finanziatori"

Il prossimo 25 giugno scadrà un bando, pubblicato dalla Provincia di Lecce, rivolto alle associazioni di privati che, assieme ad istituti di credito, potranno aggiudicarsi l'appalto per la costruzione dell'Istituto alberghiero

Un momento della conferenza stampa

LECCE - Sic et simpliciter. Nulla di complicato. L'assessore provinciale all'Edilizia scolastica, Massimo Como, ha lasciato intendere che se un tempo - sull'argomento aule ed edifici - non si andasse tanto per il sottile, ora è giunto il tempo di risolvere l'emergenza. E alla svelta.

I contanti sono intangibili, almeno quanto le stesse pareti del nuovo Istituto professionale alberghiero, che dovrebbe sorgere in via Vecchia San Pietro in Lama. Sarà una scuola a venire. Da via Umberto I hanno tenuto a precisare, però,  che non si sta parlando di un mutuo. Ma, allo stesso tempo, non si tratta neppure di spiccioli, insomma.

Nella sala di Palazzo Adorno, questa mattina è stato presentato un bando, in scadenza il prossimo 25 giugno, destinato ad un'impresa realizzatrice che, assieme ad un istituto di credito, dovrebbe finanziare l'appalto per la nuova scuola. Potranno edificare il  polo scolastico, grazie a questa recente formula di leasing. Le cosiddette Ati, per intendersi, aggregazioni temporanee tra imprese per lo svolgimento di un'attività, limitatamente al periodo necessario per il suo compimento. Il periodo, nel caso del nuovo edificio scolastico, sarebbe di non oltre 600 giorni, a partire dall'assegnazione dell'appalto. Praticamente, entro la fine del mandato della giunta Gabellone.DSC_0117-2

Complessivamente, si tratterà di una somma pari a 14 milioni e 500 mila euro, che dovrà accollarsi interamente la società di leasing finanziario. Che dovrà, inoltre, sobbarcarsi anche i rischi. L'amministrazione di Palazzo dei Celestini, si impegnerà, nove mesi dopo la consegna della struttura, e dopo l'acquisizione della relativa agibilità, a versare rate semestrali per 25 anni. Ognuna da 290 mila euro. Nelle intenzioni dell'assessore Como, ci sarebbe l'unificazione di più poli scolastici, molti dei quali già concentrati proprio nella zona in cui sorgerà l'Istituto alberghiero.

Durante l'incontro, oltre all'assessore provinciale al Patrimonio, Pasquale Gaetani, al dirigente all'Edilizia scolastica, Rocco Merico, erano presenti anche il consigliere delegato all'Istruzione, Antonio Del Vino e, naturalmente, il padrone di casa, Antonio Gabellone. Il presidente dell'ente ha parlato di una "formula innovativa, applicata ad un progetto pilota, che potrà essere utilizzata d'ora in poi nell'edilizia scolastica. Dove bisognerà , per altro, investire fondi per almeno 135 aule. Intanto, sono soddisfatto di come si sia riusciti a concertare l'esigenza tecnica, con quella finanziaria. Un metodo per abbattere i costi passivi scaturiti dagli affitti di aule, sebbene la Provincia di Lecce ha già compiuto diversi passi, riducendo queste spese da un milione e 400 mila euro, agli attuali 975 mila".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento