Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Voucher formativi per i disoccupati: arriva il bando “welfare to work”

La misura regionale prevede percorsi di riqualificazione professionali e, da quest'anno, include anche i disoccupati con Isee superiore ai 3 mila euro. Cisl: "Una opportunità in un periodo difficile"

Foto di repertorio

LECCE – Un palliativo per la crisi vissuta da centinaia di persone e relative famiglie, sul territorio, arriva dalla Regione Puglia. A breve, infatti, i tanti disoccupati con Isee superiore ai 3 mila euro, i disoccupati percettori di ammortizzatori sociali, quelli inseriti in accordi di ricollocazione a seguito di accordi di programma o tavoli di crisi nazionali o locali e quanti impegnati per la misura "lavoro minimo di cittadinanza" potranno presentare domanda per l’accesso al bando regionale denominato Welfare to work.

Una misura di intervento varata dal governo di via Capruzzi nell’ambito delle politiche attive del lavoro finalizzate alla qualificazione e riqualificazione dei soggetti disoccupati o fuoriusciti dal mercato del lavoro. Il nuovo bando presenta, in questa edizione, una importante novità ossia l'accesso ai disoccupati con Isee superiore ai 3 mila euro e prevede l'assegnazione di voucher formativi  con indennità di partecipazione, funzionali alla frequenza di percorsi di qualificazione o riqualificazione professionale, da un minimo di 70 ad un massimo di 400 ore. I beneficiari  potranno optare per i corsi di formazione erogati dagli enti formativi accreditati dalla Regione, dopo aver sottoscritto il patto di servizio personalizzato presso il Centro dell’impiego di riferimento oppure presso una agenzia di lavoro accreditata dalla Regione.

“In un momento di grande difficoltà – spiega Ada Chirizzi, segretario territoriale della Cisl di Lecce -  questa misura costituisce una opportunità per i tanti che versano in condizioni gravose e che, sempre più spesso, si rivolgono alle nostre federazioni di categoria e alle nostre sedi territoriali  per chiedere supporto e aiuto. Per tali ragioni, come già avvenuto per  Garanzia giovani e per i Cantieri di cittadinanza, come Cisl di Lecce, unitamente ad Asesi, ente di formazione accreditato dalla Regione, abbiamo  attivato degli sportelli di informazione e supporto per quanti siano interessati alla misura”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voucher formativi per i disoccupati: arriva il bando “welfare to work”

LeccePrima è in caricamento