Sabato, 25 Settembre 2021
Politica Gallipoli

Barba: "Candidato sindaco, la fumata bianca è vicina"

Il senatore pronto a tirare la volata per il Pdl e a correre per Senato e Comune. In lizza pure Venneri, Di Mattina, De Matteis e le "nomination" di An e Dc. Presa in esame anche la posizioendi Romano

Ultime 24ore di attesa e anche in casa del centrodestra gallipolino si potrà annunciare la tanto attesa fumata bianca. Almeno a leggere le dichiarazioni ufficiali del senatore Vincenzo Barba, che appena tornato dalla Capitale ha già convocato la riunione plenaria del Parlamentino "allargato" del Popolo delle Libertà cittadino. E' tempo di stringere i tempi e annunciare il nome del candidato sindaco che sia, possibilmente, rappresentativo e condiviso da tutte le compagini partitiche e non che partecipano alla corposa discussione. E che vede impegnate oltre alle rappresentanze locali di Forza Italia e di An, anche quelle dei Circoli delle Libertà e della doppia rappresentanza della Dc cittadina riconducibile al segretario cittadino della sezione "Lino Magno", Roberto Cataldi e all'ex coordinatore provinciale Enzo Benvenga. E ancora dalle associazioni culturali vicine al centrodestra e da semplici cittadini che non si riconoscono negli schieramenti partitici tradizionali. Ore decisive quindi per trovare la quadratura del cerchio, e il senatore azzurro scende in campo a tirare la volata finale.

"Sono convinto che la fumata sarà, da subito, una fumata bianca" esordisce Barba, "e sono certo che troveremo tutti insieme la quadratura del cerchio. Si tratterà soltanto di individuare con concretezza e trasparenza gli obiettivi comuni da raggiungere subito attraverso la scelta di un percorso chiaro e condiviso. Ovviamente, come è nostra tradizione, non andremo avanti con il bilancino, dal momento che a noi, a differenza di altri, non interessa la spartizione scientifica dei posti, ma l'attribuzione dei medesimi alle personalità ed alle professionalità curricularmente più idonee." E ancora: "Tante sono le aperture che si valuteranno in questi frangenti, a cominciare da quella del sottoscritto che, avendo constatata la assoluta praticabilità del doppio percorso politico-istituzionale, sia al Senato della Repubblica che a Palazzo Balsamo, ha manifestato apertamente la disponibilità ad assumere entrambi gli impegni. Ma sono certamente da tener in grande considerazione le candidature autorevolissime del dottor Salvatore Di Mattina, noto imprenditore della città, del dottor Giuseppe Venneri, personalità di spicco dalle note competenze professionali e dall'intangibile esperienza amministrativa, del professor Giovanni De Matteis, grande docente gallipolino e coscienza storico-civica della città. A questi nominativi che hanno avuto modo di circolare sulla stampa locale" continua Barba, "c'è da aggiungere, anche, il prezioso contributo in nomi e proposte che porteranno gli amici di Alleanza Nazionale, della Democrazia Cristiana e dei circoli delle Libertà. Altresì c'è da valutare con grande stima la disponibilità di ineguagliabile importanza offertaci dal noto imprenditore Cosimino Romano, del quale abbiamo recepito l'interesse a guidare la nostra città, un interesse animato dall'amore vero per Gallipoli".

E infine: "Siamo sicuramente in condizioni di poter offrire, a strettissimo giro, la nostra risposta allo schieramento avverso di centrosinistra che ha individuato nel professor Schirosi, salvo correttivi in extremis dell'ultimo minuto, una candidatura sufficientemente autorevole per concorrere, contro di noi, alla guida di Gallipoli. Cercheremo, inoltre, di effettuare un ultimo tentativo con gli amici dell'Udc, al fine di provare, come i cittadini ci chiedono a convergere su un candidato comune. E siamo certi che, da persone responsabili quali sono, avranno modo e tempo di valutare la bontà della nostra proposta. Una cosa è certa: daremo a Gallipoli un candidato sindaco coinvolgente, in grado di portare energia e vitalità alla competizione e che il nostro programma sarà quello vincente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barba: "Candidato sindaco, la fumata bianca è vicina"

LeccePrima è in caricamento