Politica Via Vittorio Emanuele II

Lavori per il basolato nel centro storico: concordata tregua per il periodo natalizio

In un incontro chiesto dall’assessore ai Lavori Pubblici ai commercianti che hanno lamentato nei giorni scorsi condizioni di scarso decoro su corso Vittorio Emanuele II, è stata concordata una tregua per le festività di dicembre. Intanto qualcuno ha rubato le transenne

I lavori su corso Vittorio Emanuele II.

LECCE – I lavori per la manutenzione della pavimentazione di corso Vittorio Emanuele II termineranno entro novembre. E’ questo uno dei punti dei fermi dell’incontro tra l’assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Messuti e alcuni commercianti del centro storico che di recente si sono lamentati per le condizioni di abbandono al quale sembrava abbandonato il cantiere proprio davanti alle loro attività.

Intanto è stato appurato che le transenne che delimitavano la zona di intervento all’inizio del corso, cioè a ridosso di piazza Sant’Oronzo, sono state rubate: Lo stop dei lavori, invece, è stato spiegato dai tecnici comunali, era comunque previsto per consentire l’assestamento definitivo dei nuovi basoli (la foto è stata scattata questa mattina).  Alla stessa maniera si procederà nel secondo tratto, da Corte dei Cicale fin quasi all’ingresso di piazza Duomo, in modo da terminare in anticipo rispetto al periodo natalizio per il quale i negozianti hanno chiesto e ottenuto una tregua in previsione degli annunciati interventi per l'estensione del basolato ad altre vie che sarebbero dovuti partire a dicembre.

Invece il nuovo cantiere aprirà a gennaio: l’intervento è stato appaltato per circa un milione di euro e si messuti_corso-2tratta del completamento di via Galateo e Corte Sant’Irene, via Dasumno, Corte dei Genovesi, di via Coniger, vico Conservatorio San Leonardo e via Abramo Balmes. L’individuazione di queste vie è stata fatta seguendo due criteri: le condizioni di dissesto della sede stradale e l’essere pezzi di congiunzione di percorsi particolarmente battuti dai visitatori.

L’assessore ha chiesto anche ai commercianti di presentare, in vista di un prossimo incontro, una serie di indicazioni su quali possano essere altre aree di intervento per il basolato, in modo da poterlo finanziare all’interno degli appositi capitoli di bilancio del 2016. Messuti, tra l’altro, ha dichiarato di voler accordare una certa priorità a via Da Summa, nei pressi del comando della guardia di finanza, dove da qualche mese ha aperto i battenti un resort di lusso, e a piazzetta Baglivi, nei pressi di Porta Napoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori per il basolato nel centro storico: concordata tregua per il periodo natalizio

LeccePrima è in caricamento