Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

"Battiti live", pienone in piazza. Il sindaco soddisfatto per l'organizzazione

La consigliera De Benedetto critica la scelta del sito. Salvemini ricorda che per le norme anti terrorismo "piazza Sant'Oronzo non è idonea"

Una foto di piazza LIbertini gremita di pubblico.

LECCE – Per i dati sull’audience c’è tempo, ma per una valutazione dell’organizzazione dell’evento si registra il commento del sindaco di Lecce, Carlo Salvemini.

Domenica sera, infatti, in piazza Libertini è andato in scena l’evento musicale Battiti Live che ha richiamato circa 10mila spettatori. L’amministrazione ha predisposto un piano traffico, comprensivo di alcuni divieti di transito nelle vie attigue all’area concerti – vie Garibaldi, San Francesco d’Assisi e Cavallotti per la corsia interna e viale Marconi da viale Otranto a via Cavour  - e di un servizio navetta dai parcheggi di via Bari e Settelacquare; aperte anche le aree di sosta in via Miglietta (parcheggio Asl) ed ex Foro Boario.

“Dal nostro punto di osservazione – ha commentato Salvemini - la manifestazione ha risposto agli obiettivi che ci eravamo prefissati: offrire tre ore di spettacolo live gratuito al maggior numero di cittadini; garantire condizioni di accessibilità e sicurezza tali da offrire servizi di mobilità da e per Piazza Libertini senza bloccare la città; dimostrare che si possono richiamare circa 10mila persone per un concerto la sera ed avere la piazza pulita al mattino”.

Il primo cittadino si è detto soddisfatto perché in molti hanno aderito all’invito di proseguire a piedi una volta lasciata l’auto nelle aree indicate: “In circa mille e 500 sono saliti sulle navette di Largo Settelacquare. Hanno funzionato bene i parcheggi di Foro Boario e Torre del Parco, così e così quelli di Settelacquare e Via Miglietta. Insomma bilancio positivo con indicazioni utili per le prossime scelte in tema di mobilità”. Non è un caso se proprio ieri si è registrato il dato più alto da quando è stato introdotto il servizio di bike sharing a flusso libero, cioè senza obbligo di prelievo e deposito della bici da una stazione predeterminata: sono stati utilizzati 89 mezzi a due ruote per un totale di 144 viaggi.

Tutto bene dunque? Parrebbe di no, perché già ieri sera la consigliera di Forza Italia, Federica De Benedetto, aveva però manifestato le sue critiche relative alla scelta del sito, interessato da vicino anche dai lavori di Aqp per la sostituzione della rete fognante sua via Cavallotti: “Strade chiuse e divieto di accesso per i sopraggiunti limiti di capienza di piazza Libertini ci fanno porre una domanda: perché dare l'autorizzazione per quel luogo e non per uno più periferico e capiente? Possibile che i limiti della sovraintendenza valgano solo per i commercianti e non per questo tipo di manifestazioni con migliaia di persone? L'amministrazione Salvemini si conferma un portento negli slogan ed un fallimento nella gestione della città”.

Sul punto la risposta del sindaco: “A quanti hanno criticato la scelta della location preciso che Piazza S’Oronzo non risponde più - per ragioni di sicurezza e ordine pubblico - alle disposizioni fissate nel 2017 per lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche (cosiddetta circolare Gabrielli); che gli organizzatori hanno chiesto non un’area qualunque ma una piazza centrale capace di restituire tramite riprese tv la bellezza della città storica; che la gestione dello spazio pubblico per garantire la sicurezza viene decisa dal comitato per l’ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto (alla presenza del questore, dei comandanti di carabinieri e finanza). Arrivederci ai prossimi appuntamenti pubblici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Battiti live", pienone in piazza. Il sindaco soddisfatto per l'organizzazione

LeccePrima è in caricamento