Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Impossibilitato alla Tac perchè obeso Bellanova contatta il paziente 45enne

La deputata ha contattato il 45enne di Trepuzzi, affetto dalla patologia, e gli ha garantito che si interesserà alla vicenda. Del peso di oltre 200 chili, infatti, l'uomo ha dovuto eseguire l'esame diagnostico in un centro privato, a causa dell'impossibilità di eseguirlo presso le strutture della Asl

LECCE  - La vicenda del paziente affetto da obesità, ma impossibilitato ad effettuare una risonanza magnetica, approda sugli scranni del governo. Il protagonista della vicenda, T.P., un uomo di Trepuzzi di 45 anni, è stato infatti contattato direttamente dalla deputata, Teresa Bellanova. L’esponente democratico ha garantito al 45enne di portare la vicenda all’attenzione delle istituzioni, per tutelare la condizione dell’uomo e dell’intera categoria.

Il paziente, che pesa circa 220 chilogrammi, ha inoltre ricevuto anche la telefonata del direttore della Asl di Lecce, Valdo Mellone, dal quale ha ottenuto analoghe rassicurazioni. Tutto è cominciato quando al paziente è stato prescritto l’esame diagnostico Tac e Rmn, per individuare la causa del forte mal di schiena.

Ma si è scontrato con l’impossibilità di effettuare l’esame: non avrebbe, infatti, potuto prenotare l’accertamento, proprio a causa del suo peso corporeo. Mellone aveva già replicato nei giorni scorsi alla segnalazione giunta, dichiarando di che l’Azienda sanitaria è al momento sprovvista di Risonanza magnetica idonea a effettuare l’esame diagnostico su pazienti obesi. L’esame, infine, è stato effettuato presso uno studio radiologico  privato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impossibilitato alla Tac perchè obeso Bellanova contatta il paziente 45enne

LeccePrima è in caricamento