Politica

"In bilico da anni": i precari dell'Arif chiedono un incontro al prefetto

Contratti in scadenza per 200 persone senza garanzie di stabilizzazione: Cgil, Nidil e Flai scrivono ai vertici dell'agenzia e a Claudio Palomba per risolvere il problema

LECCE – Sono oltre 200 e sono tutti precari: è questa la preoccupante condizione dei lavoratori dell’Arif, assunti nel Salento con contratto di somministrazione, che sono tornati a reclamare una stabilità occupazionale. Gli operai, addetti alla manutenzione dei pozzi ed alla sorveglianza antincendio, vivono in bilico da anni ma adesso il futuro appare particolarmente incerto.

I sindacati Cgil, Flai e Nidil hanno preso in mano la situazione e firmato una lettera di reclamo, inviata all’indirizzo del commissario dell’Agenzia regionale attività irrigue e forestali e dell’attuale direttore, Domenico Ragno, nonché del prefetto di Lecce, Claudio Palomba.

“Dopo mesi di sollecitazioni, rimaste senza risposta chiediamo ai vertici dell’Arif di volersi far carico dell’incresciosa situazione riguardante centinaia di lavoratori del nostro territorio – scrivono le segretarie Valentina Fragassi, Monica Accogli e Daniela Campobasso -. Queste persone svolgono attività fondamentali in un territorio che necessita di continui e costanti interventi di tutela e salvaguardia, soprattutto nel periodo estivo. Al momento, però, sono stati utilizzate soltanto poche decine di lavoratori, i cui contratti scadranno tra la fine di agosto e la fine di dicembre di quest’anno”.

“La necessità di risposte da parte dei lavoratori si fa sempre più incalzante, - sottolineano – ma le continue richieste di incontro da parte delle organizzazioni sindacali rivolte al direttore, finalizzate a conoscere le esigenze del territorio e l’attuale pianta organica, non hanno ricevuto alcun riscontro”.

Quindi la richiesta al prefetto: “Vista l’urgenza e la gravità delle problematiche su esposte, chiediamo di voler convocare in tempi brevi un incontro in prefettura alla presenza del direttore di Arif, al fine anche di scongiurare problemi di ordine sociale, considerato il livello di esasperazione raggiunto dai lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In bilico da anni": i precari dell'Arif chiedono un incontro al prefetto

LeccePrima è in caricamento