Biomasse, il punto di vista di Sinistra Ecologia e Libertà

Il circolo di Sinistra ecologia e libertà di Cavallino e Castromediano interviene nella vicenda della centrale a biomasse che si dovrebbe realizzare sul territorio, ribadendo il proprio no alla struttura: "Lo faremo pervenire al presidente Vendola". E a Ciccarese: "Esprima la sua posizione"

CAVALLINO - Continua a tener banco la questione della megacentrale elettrica a biomasse da 37 mw, che dovrebbe sorgere sul territorio del comune di Cavallino ed il circolo locale di Sinistra ecologia e libertà dice la propria sulla vicenda. Dal direttivo cittadino fanno sapere di aver avuto modo di leggere nei giorni scorsi i manifesti del consigliere provinciale Renato Stabile, a cui si aggiunto quello del consigliere regionale Donato Pellegrino e la risposta di Giuseppe Calo', vice presidente della Tg energie rinnovabili srl e consigliere della società consortile “Ambiente e sviluppo”, che fra le altre attività gestisce anche la discarica di Cavallino.

Il coordinamento cittadino di SeL è, fuori da ogni dubbio, contrario alla realizzazione della centrale e si sente coinvolto attivamente nella battaglia per la difesa del territorio: “Siamo fermamente convinti – precisano - che la centrale non si debba realizzare perché il parere di esperti oncologi ne afferma la dannosità per la salute dei cittadini; il sito individuato è già largamente compromesso dall’esistenza delle discariche e dell’impianto Cdr; la Puglia produce energia in abbondante esubero rispetto al proprio fabbisogno; e perché non crediamo che questo sia un buon metodo per rilanciare l’economia e lo sviluppo del territorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da SeL ribadiscono come la salute sia preziosa per tutti e come sia necessario non commettere in tal senso errori: “Il nostro circolo – chiariscono -, certo di interpretare la volontà della maggior parte della cittadinanza, farà giungere il proprio no secco al presidente Vendola”. “Saremmo inoltre interessati – specificano - a conoscere la posizione ufficiale dell’assessore comunale Bruno Ciccarese visto che è contemporaneamente membro della giunta provinciale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento