rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica Melendugno

Con progetti per famiglie e minori rinasceranno due edifici a Borgagne

Tramite finanziamenti a fondo perduto, il Comune di Melendugno creerà nella frazione un Centro polifunzionale nell'ex Dai e un altro diurno e residenziale per minorenni nell'ex palestrone

MELENDUGNO – Su oltre venticinque opere finanziate, in corso di esecuzione o in fase di appalto, nel territorio comunale di Melendugno, ve ne sono due che stanno rivestendo un significato particolare. Entrambe saranno realizzate nella frazione di Borgagne e riguardano immobili che da tempo, in un caso addirittura trentacinque anni, sono in attesa di una destinazione.

La prima opera è il Centro polifunzionale per la famiglia, ex Dai, finanziata con 1 milione e 645mila euro totalmente a fondo perduto. Si tratta di fondi provenienti dalla partecipazione al bando promosso dal ministero dell’Istruzione per asili nido e centri polifunzionali. L’immobile comunale si trova in via De Amicis ed è chiuso da tempo. Lo stabile, in questo caso, sarà demolito e al suo posto sorgerà una nuova e moderna struttura il cui scopo sarà quello di divenire spazio di aggregazione, accoglienza e servizi per i cittadini di tutte le età.

4-106-15

La seconda opera, invece, è una riqualificazione che andrà a modificare l’ex palestrone. Qui nascerà un centro diurno e residenziale per minori. Il finanziamento, anche in questo caso totalmente a fondo perduto, è pari a 1 milione e 406mila euro, fondi ottenuti grazie al bando regionale per infrastrutturazione sociale (avviso pubblico 1/2015). Si tratta di progetto inserito anche nel programma delle amministrazioni precedenti, ma che finora non aveva mai trovato sbocchi.

“Non possiamo che essere felici e orgogliosi di questi obiettivi raggiunti che coronano dieci anni di attività sul territorio nei quali abbiamo riqualificato scuole, strade, spazi verdi e immobili comunali”, commenta il vicesindaco, Simone Dima. “Tutta la maggioranza e la rappresentanza di Borgagne, come me e la consigliera Palmina Surdo, non può che esprimere soddisfazione per aver intercettato questi finanziamenti che portano ad un risultato a dir poco storico”.

“Abbiamo così risolto annose questioni: per l’ex palestrone abbiamo recuperato un immobile fermo da trentacinque anni cercando di restituirlo alla comunità come una struttura funzionale e utile così come il Centro polifunzionale per la famiglia. Insieme – conclude il vicesindaco -, questi due centri faranno di Borgagne un polo per il sociale importante nell’ambito di Martano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con progetti per famiglie e minori rinasceranno due edifici a Borgagne

LeccePrima è in caricamento