Politica

Buccoliero stacca la spina alla Provincia: "Aboliamola"

In una situazione di pre-dissesto dell'ente, affondo del consigliere regionale Buccoliero, in prima fila nella federazione "Alleanza per Lecce e per il Salento": "Una spesa inutile per i cittadini"

prov-4

BARI - Il consigliere regionale Antonio Buccoliero, esponente dei Moderati e Popolari, e firmatario dell'Alleanza per Lecce e il Salento costruita attorno al progetto del movimento Regione Salento, non ha dubbi: "I conti in rosso della Provincia di Lecce, che rischia la bancarotta, al di là delle responsabilità politiche passate o presenti, dimostrano in maniera inequivocabile come le Province rappresentino un'inutile spesa per i cittadini, i cui compiti potrebbero essere svolti dalle Regioni e dai Comuni".

Il riferimento alla critica situazione economica di Palazzo dei Celestini arriva il giorno dopo la diffusione della nota che il dirigente del settore Risorse finanziarie, Panteleo Iscieri, ha indirizzato al presidente Antonio Gabellone: il deficit riscontrato di 7 milioni di euro porterà il disavanzo dell'ente a 12 milioni e 785 mila euro per il bilancio consuntivo 2010. Una cifra che equivale al 12 per cento di tutte le entrate correnti e che, secondo il funzionario, rischia seriamente di portare al tracollo definitivo, nonostante tutti gli accorgimenti e i tagli che l'amministrazione ha messo in cantiere da tempo (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=28229).

"Si parla tanto di razionalizzazione della spesa pubblica - commenta Buccoliero - ma la verità dei fatti è che alcuni partiti hanno interesse a mantenere le province, la cui eliminazione andrebbe a svilire quel ragionamento politico teso a mantenere la poltrona: non trascuriamo il particolare, infatti, che l'eliminazione delle province porterebbe all'eliminazione di cinquemila poltrone, tra presidenti, vicepresidenti, assessori e consiglieri. Un duro colpo certamente per quei partiti che puntano la loro forza sull'assegnazione di poltrone".

Un concetto confermato dal responsabile leccese dei Moderati e popolari, Paolo De Santis: "Occorrerebbe aprire una seria riflessione in merito, dal momento che l'attuale situazione economica non consente più di mantenere in piedi enti il cui ruolo non solo non appare ben chiaro, ma potrebbe tranquillamente essere assunto da altre istituzioni". Dalla critica all'esistente alla proposta per il futuro, il passaggio è piuttosto scontato: "Per questa ragione - sostiene Buccoliero - mi piace l'idea di una Regione Salento, che andrebbe a snellire la macchina amministrativa, procedendo all'eliminazione delle province, e razionalizzerebbe la spesa pubblica, migliorando i servizi erogati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buccoliero stacca la spina alla Provincia: "Aboliamola"

LeccePrima è in caricamento