Politica

Dopo il fallimento del piano traffico, bus gratis per genitori con bimbi e under 14

Mentre sta per chiudersi il periodo festivo, complicato per la viabilità, l'assessore Pasqualini annuncia il trasporto gratuito per chi ha un passeggino al seguito e per i ragazzi. Sarà possibile anche il servizio a chiamata per prenotare una destinazione

Filobus su viale Oronzo Quarta.

LECCE – “Natale in bus” è stato un flop. All’assessorato alla Mobilità del Comune di Lecce, preso atto del fallimento del piano traffico predisposto per le festività, si studiano quindi rimedi urgenti per decongestionare le vie della città dalle auto private. Le prima iniziativa consisterà nel far viaggiare gratis i ragazzi fino a 14 anni, ma anche genitori con pargolo e passeggino al seguito; la seconda vedrà la sperimentazione del servizio a chiamata che consentirà di prenotare una destinazione in modo da ottimizzare l’offerta.

Come noto, a Lecce, la cultura del trasporto pubblico – che è una unità di misura del senso civico - è appannaggio di studenti universitari, anziani e donne e uomini di origine straniera che non dispongono di un mezzo proprio, mentre quella ciclistica risulta ancora troppo minoritaria e peraltro scoraggiata dall’esistenza di percorsi dedicati organizzati in maniera a volte pessima e da uno stile di guida del salentino medio che non concede troppe rassicurazioni.

 “Abbiamo in mente numerose idee – ha spiegato l'assessore Luca Pasqualini - per analizzare e scrivere il nuovo paradigma della mobilità, affrontandone la molteplicità dei temi: dalla interoperabilità e all’interscambio delle reti (park-and-ride, inclusa mobilità dolce), dallo sharing mobility (bici e auto) alla city logistics, alle infrastrutturazione, dalla ciclabilità, alla mobilità elettrica, fino all'innovazione di smart mobilty come la realizzazione di applicazioni per servizi integrati di infomobilità”.

 “Così come sottolineato dal nostro sindaco nella conferenza stampa di Natale – ha concluso Pasqualini - il rispetto che ogni cittadino deve avere nei confronti di questa bella e delicata città è fondamentale: bisogna amare Lecce e tutelarla con impegno ed orgoglio civico. Proprio partendo da quel senso civico che hanno già dimostrato i bambini, i quali hanno evidenziato un’attenzione particolare per i temi dell’ambiente,  si può vincere la sfida della cultura della mobilità sostenibile per far diventare Lecce una città più efficiente e vivibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il fallimento del piano traffico, bus gratis per genitori con bimbi e under 14

LeccePrima è in caricamento