Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Guido smorza l’emergenza blatte: il calendario degli interventi

L'assessore all'Ambiente ha concordato con Acquedotto pugliese un piano di disinfestazione rione per rione: i focolai insistono soprattutto nelle condutture fognarie. "Avvistamenti" normali dopo le operazioni di sanificazione

LECCE – L’assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, rassicura i leccesi sul problema delle blatte che, come ogni anno, nei mesi caldi non mancano di far notare la propria sgradevole presenza. Ma non è solo una questione di estetica, quella degli scarafaggi: sono infatti portatori di agenti patogeni sia per gli uomini che per gli animali.

“E’ del tutto normale – precisa l’assessore alle Politiche Ambientali del Comune, Andrea Guido - che, dopo ogni attività di sanificazione delle reti attraverso l’impiego di atomizzatori, pompe a pressione e macchine termonebbiogene e, soprattutto, dopo il lavaggio completo delle condotte, qualche esemplare possa essere avvistato nei pressi dei vari accessi alla fognatura pubblica. Le blatte, dopo il pompaggio delle sostanze disinfestanti tendono a venir fuori in cerca di ossigeno, ma il loro destino è già segnato”.

L’assessorato, di concerto con la Asl e Acquedotto pugliese – nelle cui condutture tendono a stazionare i focolai di blatte -  ha predisposto un programma di intervento. È prevista una riunione tecnica il 17 luglio, ma un accordo di fatto è stato già raggiunto e si procederà in maniera coordinata: la mattina opererà il personale dell’Aqp, quello delle ditte che agiscono per conto del Comune di sera.

Il calendario prevede dal 4 all’8 luglio l’intervento di Aqp nel rione di Santa Rosa, dal 9 al 13 al quartiere Stadio, dal 15 al 17 in zona Mazzini, dal 18 al 22 al quartiere Leuca, dal 23 al 26 Rudiae, dal 29 a al primo agosto Ferrovia, dal 2 al 9 Centro e il 10 Villaconvento. Guido assicura comunque, per quanto di sua competenza, che le operazioni di disinfestazione sono già partite mentre Villa Convento e zone periferiche saranno oggetto di intervento entro la giornata di martedì, immediatamente dopo si passerà anche alle marine afferenti al capoluogo.

“Si sappia, in ogni caso – conclude Guido, che il problema non sarà mai completamente debellato, e ciò a causa del clima e, soprattutto, per via dell’eccezionale velocità con cui si riproduce lo scarafaggio comune. Si tratto solo di lavorare d’anticipo per scongiurare eventuali emergenze, ma questo, e mi pare sia evidente, lo si sta già facendo da tempo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guido smorza l’emergenza blatte: il calendario degli interventi

LeccePrima è in caricamento