Sabato, 25 Settembre 2021
Politica Ugento

Discarica di Burgesi, contenzioso da 2 milioni di euro: la spunta il Comune

Monteco dovrà versare la somma nelle casse di Ugento. La lunga vicenda nata nel 2009 sul pagamento del contributo ambientale

UGENTO - Entro quindici giorni Monteco dovrà versare al Comune di Ugento oltre 2 milioni di euro. Pena, l’escussione da parte dell’ente della garanzia fideiussoria che la società aveva dovuto prestare per ottenere la sospensione del pagamento fino alla definizione del giudizio davanti alla Cassazione, che in questi giorni ha posto la parola fine sulla vicenda della gestione ventennale della discarica in località Burgesi.

La vicenda giudiziaria ebbe origine nel 2009 quando l’amministrazione di Ugento si rivolse a un collegio arbitrale per ottenere dalla Monteco l’adempimento degli obblighi derivanti dalla convenzione per la gestione della discarica di rifiuti solidi urbani a servizio dell’area del Sud Salento, con particolare riferimento al pagamento del contributo ambientale in favore del Comune.

Il collegio arbitrale composto dai dottori Gabriele Pagliardini e Giulio Castriota Scanderbeg e dall’avvocato Pietro Quinto diede ragione al Comune, condannando la Monteco a corrispondere l’importo. La sentenza, confermata dalla Corte d’appello nel 2014, non è stata mai eseguita perché, su richiesta dell’azienda, fu concesso all’ex gestore la sospensione dell’obbligo di pagamento fino alla decisione della Cassazione, a fronte della presentazione di una fideiussione emessa da un primario istituto assicurativo. Quella fideiussione che è oggi in mano del Comune.

La Suprema corte ha dunque accolto le tesi dell’avvocato Alessandro Distante nell’interesse del Comune retto dal sindaco Massimo Lecci, di Ugento, confermando in via definitiva l’obbligo di versare nelle casse comunali l’importo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Burgesi, contenzioso da 2 milioni di euro: la spunta il Comune

LeccePrima è in caricamento