Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Castrignano: depuratore in tilt, congedo chiede lumi

Interrogazione del consigliere al governo regionale sul caso del depuratore malfunzionante. "I disagi hanno portato al divieto di balnzeazione in piena estate: a pregiudizio salute e attività"

Saverio Congedo-2

Il cattivo funzionamento del depuratore di Castrignano del Capo diventa oggetto di discussione alla Regione Puglia. Il consigliere Saverio Congedo ha presentato un'interrogazione urgente, in considerazione del fatto che residenti e operatori commerciali e turistici di Castrignano lamentano il mal funzionamento di un depuratore gestito dall'Acquedotto pugliese.

"I disagi provocati dello stesso soprattutto nel territorio di Leuca, hanno indotto il sindaco, nel cuore della stagione 2006, ad interdire la costa alla balneazione", scrive il consigliere nell'interrogazione. "Tale situazione - ricorda - persiste a tutt'oggi con conseguenze dal punto di vista igienico sanitario e pregiudizio per la salute dei cittadini e lo svolgimento delle attività turistiche e commerciali".


Ecco, dunque, che s'"interroga il Governo Regionale per sapere se è a conoscenza di tale situazione e quale provvedimenti intende assumere per venire incontro ai disagi lamentati e per garantire il corretto funzionamento dell'impianto al fine di tutelare la salute dei cittadini, l'esercizio delle attività turistiche e commerciali e l'immagine stessa di un intero territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castrignano: depuratore in tilt, congedo chiede lumi

LeccePrima è in caricamento