Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Mobilità sostenibile a Lecce, il M5S “boccia” l’assessore Psqualini

Il deputato Diego De Lorenzis, capogruppo in Commmissione trasporti alla Camera, reputa "insufficienti" le azioni intraprese da Palazzo Carafa. Chiede alla giunta di rinunciare ai pass

LECCE – Il Comune di Lecce aderisce alla Settimana europea della mobilità sostenibile, ma il deputato salentino del Movimento Cinque stelle, Diego De Lorenzis, “boccia” l’assessore comunale ai Trasporti, Luca Pasqualini. De Lorenzis, che ricopre anche il ruolo di capogruppo del M5S in Commissione trasporti alla Camera, ha definito “insufficienti” gli interventi in direzione ambientalista intrapresi dall’esponente di Palazzo Carafa. “E’ insufficiente l’elenco delle azioni per la settimana europea della mobilità 2016.” – ha dichiarato. “Il Comune doveva intraprendere iniziative concrete che realmente dessero una svolta nella mobilità urbana in favore di quella sostenibile. Chiedo all’assessore Pasqualini” - aggiunge De Lorenzis -  “di estendere e rendere permanente la delibera che permette di utilizzare le corsie degli autobus anche per le biciclette e di adeguare l’apposita segnaletica orizzontale e verticale per le strade di Lecce. Questa amministrazione non ha neanche dotato la città del minimo indispensabile”.

Il portavoce pentastellato fa riferimento, come si evince nella sua nota, a una diffusione capillare delle rastrelliere adeguate per sicurezza. Ma non è tutto. Per migliorare la mobilità sostenibile bisognerebbe attuare, a suo dire,  azioni  che limitino il traffico veicolare privato mentre il Comune va in direzione contraria autorizzando parcheggi in centro. Un’altra soluzione che suggerisce è quella della chiusura di Piazza Mazzini, estendendo l’orario di divieto per le Zone a traffico limitato per tutta la giornata. La definizione di Lecce come di una “Smart city” proprio non va giù a De Lorenzis, il quale se la prende con l’assenza di un Piano urbano della mobilità sostenibile. “La pianificazione intelligente dei Trasporti, l’uso integrato di tutti i mezzi a disposizione sono la chiave per lo sviluppo di una Mobilità Sostenibile che non solo permette una maggiore qualità della vita a tutti i cittadini, ma come ormai dimostrato, aiuta anche l’economia, a cominciare dagli esercenti locali.”

“Gli amministratori locali in consiglio comunale e in giunta dovrebbero rinunciare”  - sottolinea il portavoce M5S -  “ai pass per la Ztl, perché dovrebbero deve dare il buon esempio ai cittadini, tanto più che le sedute e le riunioni in Comune si svolgono quando la Ztl non è attiva e pertanto queste tessere hanno il sapore di un inaccettabile privilegio. Siamo certi che i cittadini bocceranno l’assenza di iniziative reali e pratiche” - conclude il deputato De Lorenzis -  “ legata ad una visione fossile e siamo certi che il prossimo Sindaco sarà eletto nel M5S”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile a Lecce, il M5S “boccia” l’assessore Psqualini

LeccePrima è in caricamento