Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

CO2, Provincia aderisce a patto per abbattere emissioni

Il Consiglio di Palazzo dei Celestini ha approvato all'unanimità l'adesione al "Patto dei sindaci", per dare supporto all'iniziativa. Sancito anche l'accordo per maggiori controlli sui rifiuti

LECCE - Il Consiglio di Palazzo dei Celestini ha approvato all'unanimità, questa mattina, nel corso di una riunione straordinaria, l'adesione della Provincia, in qualità di struttura di supporto, al "Patto dei sindaci per la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera" promosso dalla Direzione generale energia della Commissione europea. Si tratta di uno strumento lanciato nel 2008, aperto alle città europee di ogni dimensione che ha l'obiettivo di coinvolgere le amministrazioni ed i cittadini nello definizione di una politica energetica capace di ridurre le emissioni tramite misure di efficienza energetica ed azioni collegate allo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili.

La Provincia di Lecce si impegna dunque a promuovere l'adesione al Patto tra i Comuni; a ricercare sostegni finanziari per i costi correlati alla preparazione dei piani di azione per la sostenibilità energetica; a definire gli obiettivi e la metodologia di valutazione, le modalità di monitoraggio ed i rapporti di verifica per l'implementazione dei piani; a fornire supporto tecnico per l'organizzazione di eventi pubblici per diffondere una nuova cultura dell'energia; a relazionare, quanto realizzato sul territorio, alla Direzione generale dell'energia della Commissione europea.

"La Commissione europea - ha dichiarato l'assessore provinciale alle Politiche energetiche Gianni Stefano - riconosce le Province che agiscono in qualità di "strutture di supporto" come suoi principali alleati. Le considera capaci di fornire una guida strategica ed un supporto tecnico ai Comuni che hanno la volontà politica di firmare il "Patto dei sindaci", ma non hanno la capacità o le risorse necessarie per la preparazione e l'adozione di Piani di azione per l'energia sostenibile. Noi come Provincia di Lecce - ha concluso Stefano - vogliamo svolgere appieno questa attività di supporto, poiché uno dei principali obiettivi della nostra amministrazione è quello di sviluppare un'azione di cooperazione con le attività messe in campo dai Comuni".

Sempre all'unanimità, approvato il Protocollo d'intesa tra polizia provinciale e polizie municipali per il potenziamento dei servizi di controllo e vigilanza per una corretta attività di gestione dei rifiuti su tutto il territorio provinciale. Si tratta di un protocollo finalizzato ad assicurare un sistema integrato ed efficace di controlli ambientali su tutto il territorio provinciale, per scongiurare il fenomeno dell'abbandono incontrollato dei rifiuti. Le azioni più rilevanti su cui puntare: le attività di autodemolizione; le attività di demolizione e costruzione, comprendendo anche la verifica della destinazione finale dei rifiuti inerti spesso abbandonati sul territorio. Ed ancora, le attività di sostituzione e riparazione dei copertoni degli autoveicoli e la verifica delle modalità di smaltimento e le attività di bruciatura degli scarti di potatura, con particolare riferimento al fogliame di olivi.

Infine il Consiglio ha approvato, anche questo punto all'unanimità, lo schema di statuto della costituenda fondazione Focara di Novoli Onlus, il cui scopo è organizzare di mostre, eventi culturali, convegni, studi, ricerche, pubblicazioni, iniziative, attività didattiche o divulgative, legati al rito ancestrale del fuoco ed alle traduzioni popolari religiose connesse all'accensione della Focara, in occasione dei festeggiamento dedicati a Sant'Antonio Abate, protettore del Comune di Novoli. "Le finalista della Fodazione -, ha dichiarato l'assessore provinciale alla Cultura, Simona Manca - rientrano pienamente nei programmi e nelle politiche della Provincia di Lecce di promozione della tradizione e dell'identità culturale del Salento, nonché di valorizzazione e sviluppo del territorio".


In apertura dei lavori, su proposta del consigliere Biagio Ciardo, l'esecutivo provinciale ha ricordato con un minuto di silenzio la scomparsa di Giacinto Leone, direttore dell'Accademia delle belle arti di Lecce ed ex assessore provinciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CO2, Provincia aderisce a patto per abbattere emissioni

LeccePrima è in caricamento