Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Villa Convento, i cittadini esasperati dal rischio incidenti: stop sempre ignorati

Il comitato dei residenti ha chiesto interventi urgenti. Un altro nodo riguarda la Lecce-San Cataldo: con il cantiere aperto rischio di lunghe code fino ad agosto

Una foto del confronto in commissione.

LECCE – Reprimere, quando prevenire non basta: il rischio di incidenti con conseguenze gravi è concreto tutti i giorni. La richiesta è urgente: autovelox e agenti di polizia locale a sorvegliare il flusso di veicoli che attraversa Villa Convento, frazione di Lecce e, per una parte minore, di Novoli.

Gli esponenti del comitato che rappresenta i residenti, questa mattina nel corso della seduta della commissione Controllo, hanno sollecitato per l’ennesima volta un intervento tangibile dell’amministrazione comunale per ripristinare un livello decente di sicurezza lungo via Pavarotti, che di fatto è un tratto della Provinciale 4, che collega Lecce a Novoli.

I quattro stop posizionati sono sistematicamente ignorati da quasi tutti i conducenti, con il paradosso che coloro che intendono rispettare il codice della strada rischiano di essere tamponati. La segnaletica è insufficiente, gli attraversamenti pedonali presenti non sono a norma.

L’assessore alla Mobilità, Luca Pasqualini, ha assicurato che entro l’inizio del prossimo anno scolastico saranno realizzati almeno due attraversamenti rialzati, ma ha anche anticipato che l’installazione dell’autovelox non è una soluzione praticabile perché quel tratto di strada non avrebbe una classificazione adeguata, secondo la normativa in vigore. D'altra parte, è notizia dei giorni scorsi, la poliza locale dipendente dalla Provincia di Lecce ha comunicato l'attivazione di una postazione fissa per il superamento dei limiti di velocità, esattamente al chilometro 5,760 in direzione del capoluogo. I cittadini presenti in sala commissioni hanno ricordato anche la sporadica visita di esponenti politici nella frazione, concentrata solo nel periodo precedente le elezioni comunali.

Da una strada all’altra. Anche sulla Lecce-San Cataldo si segnalano disagi, con l’ipotesi concreta che nelle prossime settimane diventi un imbuto per le code con l’intensificarsi della mobilità verso il mare. I lavori per conto di Acquedotto per il completamento della fogna bianca non sono ancora terminati e per il tratto finale, in prossimità della marina, si procede a doppio senso di marcia su un’unica carreggiata.

Nel della commissione Traffico si è discusso anche di via Vallese che conduce al centro commerciale di Surbo: il presidente dell’organo consiliare, Vittorio Solero, preme per la messa in sicurezza, ma la dirigente del settore Lavori Pubblici, Claudia Branca, ha precisato che i fondi a disposizione, quelli stanziati per il progetto originario, sono oggi insufficienti a causa dell'aggiornamento dei prezzari per cui l’alternativa è tra un intervento di ordinaria manutenzione il prima possibile o l’attesa della nuova programmazione dei lavori pubblici per integrare con fondi di Palazzo Carafa la somma necessaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Convento, i cittadini esasperati dal rischio incidenti: stop sempre ignorati

LeccePrima è in caricamento