Politica

Commissariamento Provincia, Mantovano a colloquio con ministro Patroni Griffi

Il deputato salentino raccoglie dal delegato alla funzione pubblica una "equilibrata apertura" sulla possibilità di individuare, nella fase di riordino delle province, una soluzione "meno traumatica" rispetto a quelle ipotizzate

LECCE – Ipotesi di commissariamento della provincia di Lecce nell’ottica del riordino dell’ente e dell’accorpamento varato dal governo Monti: Alfredo Mantovano, deputato salentino del Pdl e già sottosegretario agli interni nel governo Berlusconi, ha avuto oggi un colloquio col ministro della funzione pubblica Patroni Griffi sulla materia.

Quest’ultimo, pur rinviando ad un più doveroso approfondimento e ad un confronto nelle sedi proprie, ha manifestato all’esponente salentino, come riporta lo stesso Mantovano, “equilibrata apertura a soluzioni meno traumatiche rispetto a quelle che apparivano all'orizzonte qualche giorno fa”.

“Premesso che il completamento del riordino deve avvenire entro l'inizio del 2014 – afferma Mantovano in una nota -, appare ragionevole arrivare alla fine del 2013 col mantenimento in carica degli organi dell'attuale amministrazione, senza procedere a commissariamenti. Il caso di Lecce rientra fra le province non soppresse che accorpano i territori di municipi di province confinanti e soppresse”.

“Come ho già avuto modo di sostenere – prosegue - nella discussione alla Camera del decreto legge 174 in materia di enti territoriali, non si comprende perché in ipotesi come questa dovrebbe essere nominato il commissario, quand'anche venisse individuato nel presidente in carica: se la persona resta la stessa, è meglio che la sua legittimazione sia quella del voto invece che quella di una nomina del governo”.

“È ovvio – precisa ancora il deputato - che la maggiore disponibilità da parte del governo potrà essere sostenuta da una auspicabile unità di intenti politica e istituzionale del territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissariamento Provincia, Mantovano a colloquio con ministro Patroni Griffi

LeccePrima è in caricamento