Politica

Codacons esulta: annullate cartelle emesse dai consorzi di bonifica

Il contributo, secondo i giudici della prima sezione della Commissione tributaria provinciale, è dovuto solo se il fondo trae beneficio

LECCE – La prima sezione della Commissione tributaria di Lecce ha annullato alcune cartelle di pagamento emesse dai Consorzi di bonifica: secondo i giudici qualora non vi sia un beneficio diretto e specifico per il fondo, il contributo non è devuto.

Soddisfazione quindi da parte del Codacons che col suo ufficio legale ha patrocinato vari ricorsi, coordinati dall’avvocato Giorgio Frigoli (con la collaborazione di Cristian Sturdà, Alessandra Cancelli, Cristian Marchello, Piero Mongelli e Nicola Tramacere) e supportati dalla perizia agronomica firmata da Giovanni Ascenzo.

Secondo l’associazione dei consumatori “appare assolutamente chiaro come a questo punto la Regione Puglia debba immediatamente farsi carico della situazione e procedere ad un tempestivo intervento annullando  tutte le cartelle esattoriali emesse ed in via di emissione. Occorre annullare le cartelle, non procedere ad una loro sospensione che sposta solo in avanti la questione. Il silenzio che la Regione sta avendo su questa questione appare assordante. Il presidente Emiliano ha l’obbligo morale, e non solo, di intervenire prontamente”.

Il Codacons è tuttavia convinto che sia necessaria anche una iniziativa politica: “Si metta urgentemente mano alla questione e la si risolva nell’interesse dei cittadini. Contestualmente si invitano tutti i sindaci ad avviare una serio tavolo di confronto con la Regione Puglia affinché si rinnovino in radice quelli che da più parti sono definiti come carrozzoni mangia soldi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Codacons esulta: annullate cartelle emesse dai consorzi di bonifica

LeccePrima è in caricamento