Politica

Rimpasto anche per le commissioni: vertice prima del consiglio

Il presidente Alfredo Pagliaro ha convocato i gruppi alla luce dei nuovi equilibri nella maggioranza. All'ordine del giorno dell'assise una quindicina di mozioni

LECCE – Un consiglio comunale interamente dedicato alle mozioni quello in programma martedì pomeriggio a Palazzo Carafa. In mattinata, invece, il presidente del consiglio Alfredo Pagliaro proverà a trovare la quadratura del cerchio con i gruppi consiliari per la composizione delle commissioni e l’assegnazione delle presidenze.

Gli incontri si sono resi necessari alla luce dei nuovi assetti determinatisi dopo il rimpasto voluto dal primo cittadino, Paolo Perrone, che ha visto Nunzia Brandi (Forza Italia) subentrare a Carmen Tessitore (in quota Puglia Prima di Tutto) nel ruolo di assessore alle Politiche Sociali e Gaetano Messuti (Lavori Pubblici) promosso a vice sindaco. Il cambio avvenuto ad un anno dalla scadenza elettorale ha innescato una serie di conseguenze sugli equilibri interni al centrodestra dove non sono pochi gli scontenti.

Tra questi coloro che hanno formato all’inizio della scorsa settimana Lecce 2017 in cui sono confluiti Rocco Ciardo, Paolo Cairo, Roberto Martella, Damiano D’Autilia e Lucio Inguscio. Si tratta della compagine più numerosa e pur rimanendo nel perimetro del centrodestra punta ad agire come battitore libero per creare qualche grattacapo al sindaco. Il gruppo ha già due presidenze (Servizi sociali con Inguscio e Affari generali con Cairo); due sono di Forza Italia (Traffico e Lavori pubblici), due per Lecce Città del mondo (Bilancio e Annona), tre per Conservatori e Riformisti (Urbanistica, Ambiente e Istruzione), due per il Partito Democratico (Controllo atti e Controllo programmazione).

Le mozioni: mobilità, concessioni demaniali, verde pubblico.

Nell'assise di domani dovrebbe essere discussa la prima mozione di Lecce 2017: riguarda le condizioni della pista ciclabile che porta dal capoluogo nella marina di San Cataldo. Dopo un sopralluogo sollecitato da appassionati della bicicletta è stata constatata la presenza di sterpaglie, blocchi di cemento posti di traverso per impedire l’attraversamento e di rifiuti abbandonati. La richiesta all’amministrazione è dunque quella di garantire piena fruibilità.

Il consigliere Carlo Salvemini toccherà invece quattro argomenti: l’individuazione di un immobile da adibire a sede delle associazioni, la redazione di un piano urbano per la mobilità sostenibile, un nuovo regolamento per la concessione di contributi e sovvenzioni nel settore cultura, sport e spettacolo e l’adozione del piano, del regolamento e del censimento del verde.

All’ordine del giorno anche varie mozioni a firma di Antonio Rotundo del Pd: tra queste la richiesta di istituire la sperimentazione delle “case avanzate”: si tratta cioè, nel solco di quanto già avviene altrove in Italia e in Europa, di predisporre in prossimità degli incroci semaforici una zona ad esclusivo uso dei ciclisti che così si posizionerebbero davanti alle auto in attesa del semaforo verde.

Francesca Mariano (Io Sud) chiederà lumi al governo cittadino su come intende comportarsi rispetto alla possibilità di nuove concessioni demaniali nelle more del piano comunale delle coste: un tema particolarmente sentito dagli operatori balneari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimpasto anche per le commissioni: vertice prima del consiglio

LeccePrima è in caricamento