Politica

Comunali, una coalizione sul modello di Emiliano per battere il centrodestra

Primo incontro, senza Sel, per le forze del centrosinistra: per la sfida elettorale richiesta la massima assunzione di responsabilità a tutti i dirigenti

Una foto dell'incontro nella sede del Pd.

LECCE – E’ durato circa un paio d’ore il primo incontro del centrosinistra per iniziare un percorso comune verso le amministrative della prossima primavera. Come noto, Sel ha declinato l’invito, ma in via Tasso si sono ritrovati il Pd (Piconese, Marra, Foresio), La Puglia in Più (Grassi, Renis, Dell’Anna), Lecce Città Pubblica (Salvemini), L’Udc (Ruggeri, Melica), Patto per il Salento (Pendinelli) e Puglia Protagonista (Pellegrino).

Si parte dal “patto per Lecce 2017” con l’apertura di un processo per il coinvolgimento non solo delle forze politiche ma del maggior numero di associazioni e movimenti civici “sul modello della maggioranza di governo guidata da Michele Emiliano”. Un modo per dire che si cercherà di allargare il perimetro della coalizione il più possibile per cercare di scavalcare il centrodestra.

Due sono gli elementi sui quale tutti i presenti si sono ritrovati d’accordo: il primo è la necessità di assumere pienamente la responsabilità della sfida elettorale, il che significa lavorare per liste forti che sostengano un candidato rappresentativo; il secondo è la consapevolezza che la minoranza consiliare, con il lavoro di questi anni, ha posto una base sulla quale fondare un programma amministrativo di tutto rispetto. 

Dal prossimo incontro si inzierà a discutere di metodo e contenuti, cioè di eventuali primarie per la scelta del candidato e del programma da proporre ai cittadini leccesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, una coalizione sul modello di Emiliano per battere il centrodestra

LeccePrima è in caricamento