Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Comune conquista Castello. Chiesta cessione definitiva

L'amministrazione comunale ha inoltrato l'istanza all'Agenzia del Demanio per il trasferimento definitivo del maniero Angioino. Dopodiché si potranno utilizzare i fondi di Area vasta per il recupero

DSCN0275

GALLPOLI - L'amministrazione comunale di Gallipoli va alla conquista dello storico castello Angioino. Per dare un impulso decisivo al recupero funzionale del bene architettonico per il quale ha ottenuto già la concessione temporanea prorogata sino a maggio del 2012. E in queste ore il Comune, su input del sindaco Venneri, ha richiesto (con una istanza indirizzata all'Agenzia del Demanio) il trasferimento del Castello Angioino dal demanio dello Stato (ramo artistico storico) al demanio comunale di Gallipoli per avviare il progetto di valorizzazione del bene, approvato, circa un anno fa dall'esecutivo cittadino.

Il Comune, infatti, attraverso il passaggio definitivo dell'immobile, ha la possibilità di inoltrare istanza di finanziamento all'Area Vasta Sud Salento per dare avvio ai primi interventi di restauro e riuso del Castello che prevedono la messa in sicurezza dei locali e la realizzazione di una sala convegni. La concessione definitiva del bene al demanio comunale è per altro prevista da un dispositivo di legge dello scorso anno (n°85/2010), in base al quale lo Stato può disporre il trasferimento agli enti territoriali dei beni demaniali se inseriti in specifici accordi di valorizzazione con conseguenti programmi e piani strategici di sviluppo culturale.

Per avere accesso ai fondi comunitari, disponibili per i comuni appartenenti alla struttura di Area Vasta, è necessario, inoltre, presentare un progetto di valorizzazione che possa già essere esecutivo. E a tal proposito, l'amministrazione comunale che aveva ottenuto la concessione del maniero, aveva già elaborato nel 2010 il progetto "Primo Intervento sul Castello" con l'intenzione di avviare i lavori iniziali di recupero del compendio. Il progetto, prevede un investimento di un milione e 80mila euro e ha già ricevuto parere favorevole, con apposita nota, da parte della Soprintendenza ai Beni Ambientali, Artistici e Storici della Puglia.


Il Comune di Gallipoli è quindi ora impegnato nel creare le condizioni per ottenere, finalmente, utili risorse al fine di recuperare e utilizzare l'antico Castello Angioino, uno tra i rari esempi di fortezza a picco sul mare. " La città di Gallipoli" afferma l'assessore all'Urbanistica e ai Lavori pubblici Biagio Palumbo, "è tra i pochi comuni a non avere disponibilità su un bene storico. Pertanto, tale richiesta rappresenta l'inizio di un percorso di valorizzazione del castello Angioino, elemento importantissimo del patrimonio culturale e artistico di Gallipoli che va reso fruibile a cittadini e turisti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune conquista Castello. Chiesta cessione definitiva

LeccePrima è in caricamento