rotate-mobile
Politica

Debiti fuori bilancio, Gnoni: “Risparmiati 5 milioni di euro”

L’assessore: “Pagati i debitori di lungo corso”. Pesavano incarichi legali e transazioni su sentenze. Un lungo lavoro per abbattere i costi del settore Affari generali

LECCE – Affidamento di incarichi legali e sentenze in cui un Comune finisca per soccombere sono fra le voci che più hanno un peso specifico sulle tasche di un’amministrazione. Nel caso di Lecce, per esempio, pendevano parcelle da pagare ad avvocati per quasi 3 milioni di euro (alcune risalivano anche a molti anni addietro) e vi erano oltre 7 milioni di euro derivanti da transazioni su sentenze. Mettendosi, così, a operare su entrambi i fronti, fra il 2019 e il 2021, il settore Affari generali, stando a quanto riferiscono da Palazzo Carafa, ha prodotto un risparmio, nei capitoli dei debiti fuori bilancio e delle transazioni extragiudiziali, di circa 5 milioni di euro.

Circa le parcelle degli avvocati, a fronte di una richiesta complessiva di 2 milioni 812mila e 633 euro, è stata liquidata una somma totale di 1 milione 462mila 282 euro e 67 centesimi, con un risparmio di 1 milione 350mila 350 euro e 33 centesimi. A rendere possibile l’operazione è stato, in parte, il pagamento concordato ai minimi tariffari e, in parte, un accordo vantaggioso per entrambe le parti.

Nelle transazioni su sentenze, su un totale a pagare di oltre 7 milioni di euro (comprensivi di spese e interessi), l’amministrazione comunale ha risparmiato più della metà dell’intera cifra, pagando 3 milioni e 116mila euro. In questo caso, è stata fatta una concertazione, in qualche caso anche lunga e complessa, operando sull’eliminazione degli interessi o sulla rateizzazione della somma, spalmandola nel bilancio d’esercizio di più anni.

ChristianGnoni-2“Tutta questa attività, unita a quella iniziata nel 2017 con la prima giunta Salvemini e la ricognizione precisa di tutti i debiti fuori bilancio – dichiara l’assessore agli Affari generali, Christian Gnoni – ha prodotto non solo un cospicuo risparmio per il Comune ma anche il risultato che, ad oggi, non ci sono più pendenze rilevanti che incombono sull’ente. In questi cinque anni – prosegue -, abbiamo provveduto a pagare i nostri debitori anche di lungo corso come fa un buon padre di famiglia senza arrivare a precetti o ingiunzioni. Un lavoro – conclude -, per il quale ringrazio il dirigente e il personale del settore Affari generali, che andrà ad incidere, insieme a una serie di altre azioni, sulla rimodulazione del piano di riequilibrio nella quale siamo impegnati”.  

Ottenuto un risultato, occorre ora mantenere la quota. Ed ecco perché, oltre a questo risparmio raggiunto, l’amministrazione comunale ha deciso di modificare assetto, in generale, in previsione attuale e futura. Quindi, si è deciso di ricorrere il meno possibile all’esternalizzazione degli incarichi, rispetto a quanto avveniva in passato, ed è stato fatto anche un bando pubblico per la creazione di una short list dedicata agli avvocati, da dove attingere nel caso fosse necessario affidarsi a professionalità esterne e da aggiornare periodicamente. L’iniziativa – una novità assoluta - ha ricevuto impulso anche da una mozione approvata dal Consiglio comunale nel 2018. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debiti fuori bilancio, Gnoni: “Risparmiati 5 milioni di euro”

LeccePrima è in caricamento