Politica

Alienazione del patrimonio immobiliare: per le casse comunali 4,2 milioni di euro

Aggiudicati 8 lotti con l'ultima asta. Venduto ad una grande catena di supermercati un terreno di 13mila metri quadrati. L'ex Agenzia Euromediterranea di via Libertini ceduta per 840mila euro. Nessuna offerta invece per l'ex Istituto Margherita

Attilio Monosi e Lugi Coclite.

LECCE – Il Comune di Lecce ha venduto beni immobili per 4,2 milioni di euro. E’ questo il conto economico dell’asta che si è conclusa oggi con l’alienazione di 8 lotti. E per Palazzo Carafa si tratta di una boccata d’ossigeno in tempi di vacche magre e di una soddisfazione per l'assessore al Bilancio e al Patrimonio, Attilio Monosi.

Due le aggiudicazioni principali: un terreno di 13mila metri quadrati in viale della Libertà, con destinazione F12 (attrezzature civili di interesse comune), è stato acquistato dalla filiale italiana di una grossa catena di supermercati per 2,9 milioni di euro mentre l’ex Agenzia Euromediterranea, sita in via Libertini, è stata aggiudicata ad una cittadina straniera che ha offerto 840mila euro (la base d’asta): si tratta di un immobile di due piani a uso residenziale in buono stato di manutenzione.

Nessuna offerta invece per l’ex Istituto Margherita di via Palmieri, con destinazione residenziale e ricettiva, il cui prezzo di vendita (inclusivo di un’autorimessa in via Stampacchia e di un locale commerciale in Piazza Caduti sul lavoro), era di 4,6 milioni di euro e per un terreno di 13mila metri quadrati in via della Cavalleria il cui prezzo di vendita era di 3,9 milioni di euro. Palazzo Carafa aveva messo all’asta in questa nuova tornata di alienazioni 34 terreni, una ventina di fabbricati e una decina di unità abitative. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alienazione del patrimonio immobiliare: per le casse comunali 4,2 milioni di euro

LeccePrima è in caricamento