Politica

Concluso il corso del centro di formazione del Comune di Ruffano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Si è chiuso con ottimi risultati il corso del centro per la formazione del comune di Ruffano. I 18 allievi che hanno partecipato all'intero corso di preparazione per il "MONITORAGGIO PER L'AMBIENTE E LA SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO" lo hanno concluso con esami finali. Oltre all'ente per la Formazione professionale di Ruffano vi hanno partecipato attivamente anche: UNIVERSITA' DEL SALENTO - DISTEBA; IISS - E. LA NOCE- Maglie (LE); Soc. Coop. SME GROUP - Taurisano (LE); Armando MUCCIO srl - Taurisano (LE); Soc. Coop. MERIDIES - San Donato (LE).

Nella stesura del progetto iniziale si è tenuto conto in particolare delle richieste del mercato del lavoro, così da individuare un approccio adeguato per l'inserimento nel tessuto lavorativo. Il percorso si è svolto tramite diverse fasi, molte delle quali hanno certificato le competenze acquisite man mano durante tutto l'arco delle ore passate tra lezioni in aula e stage formativi all'interno di aziende specializzate. L'obbiettivo è stato quello di formare nel miglior modo possibile gli allievi che vi hanno partecipato.

Nel concreto vediamo di cosa si occupa un tecnico superiore per il monitoraggio e la gestione del territorio. Nello specifico opera per la riconversione ecologica del sistema produttivo, dando credibilità alle imprese eco-efficienti che introducono standard di qualità.

In particolare:

• possiede una visione delle normative di riferimento;

• è in grado di valutare situazioni a rischio e indica le misure di primo intervento

• effettua il monitoraggio dei corpi idrici superficiali e sotterranei su scala di bacino

• collabora alla realizzazione e gestione di un Sistema InformativoTerritoriale con le adeguate conoscenze delle tecnologie GPS, GIS e di telerilevamento;

• collabora nella gestione delle aree protette anche attraverso il monitoraggio degli ecosistemi

• partecipa alla valutazione di impatto ambientale e ai piani di telerilevamento

• utilizza tecniche di ottimizzazione del ciclo produttivo dei rifiuti.

Il tecnico superiore una volta completato il corso IFTS dovrà esser in grado di conoscere e di saper gestire svariate funzioni ad esempio:

1. Operare per la difesa del suolo e la salvaguardia dall'inquinamento dell'atmosfera e dell'ambiente in genere.

2. Valutare situazioni di rischio ed indicare le misure di primo intervento ai fini del loro contenimento.

3. Conoscere tutti gli strumenti tecnologici per la gestione dei sistemi informativi territoriali (S.I.T.).

4. Possedere una chiara visione della normativa di riferimento e una formazione a carattere pluridisciplinare con particolare riguardo alle scienze -agrarie e forestali, fisiche e naturali, geologiche ed all'ingegneria ambientale.

In definitiva, i ragazzi formati da questo corso, possono contare su una buona preparazione culturale sui problemi del territorio e dell'ambiente così come da una sensibilità verso gli stessi problemi, con particolare riferimento alle domande che emergono con sempre maggiore evidenza dalla società civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concluso il corso del centro di formazione del Comune di Ruffano

LeccePrima è in caricamento