Colacem, Zollino alla conferenza: "Modifiche e decarbonizzazione"

La giunta di Antonio Chiga ha deciso di partecipare. La richiesta di rinnovo dell'autorizzazione è l'occasione per un'ipotesi di riconversione

Una parte dell'impianto.

ZOLLINO – Ci sarà anche il Comune di Zollino alla conferenza dei servizi per il riesame dell’autorizzazione ambientale per il cementificio Colacem di Galatina. E altri centri della Grecìa Salentina sarebbero pronti a partecipare attivamente all’incontro previsto presso la Provincia di Lecce per il 7 marzo.

La decisione è stata adottata dalla giunta guidata da Antonio Chiga anche dopo un confronto con comitati, associazioni ambientaliste ed esperti, come gli ingegneri Alessandro Manuelli, incaricato dall’amministrazione di esaminare gli elaborati di progetto, e Antonio De Giorgi in rappresentanza di Italia Nostra.

In sostanza Colacem ha chiesto di aggiornare un’autorizzazione regionale del 2009, proponendo alcune modifiche tecniche in linea con le più recenti leggi in materia. L’intenzione è quella di diminuire le emissioni in atmosfera, innestando per esempio un filtro ibrido sulla torre dello stabilimento.

Modifiche migliorative dunque, ma per il sindaco Chiga questo è il momento per avanzare delle richieste ulteriori in tema di salvaguardia ambientale: un punto delicato riguarda l’area di stoccaggio del combustibile, 14mila metri quadrati all’aperto. Non solo: l’occasione potrebbe essere propizia anche per riflettere sul futuro del cementificio, in grado di produrre oltre 700mila tonnellate all'anno: "Versa da qualche mese in una grave crisi aziendale - ha dichiarato il primo cittadino -. Il forno risulta spento dai primi di gennaio 2017, i magazzini sono pieni di sacci invenduti e materie prime, la stragrande maggiornanza degli operai sono a casa in cassa integrazione (in tutto circa 300 persone). Crediamo che sia il momento giusto per ragionare, oltre che di stringenti misure a tutela della salute e dell'ambiente, anche del futuro dell'impianto produttivo, valutando ipotesi di riconversione, decarbonizzazione, di stop all'attività estrattiva e al consumo del suolo in favore di investimenti che privilegino la sostenibilità e una economia circolare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sullo stabilimento si concentrano infatti le attenzioni di tutto il territorio circostante e negli anni sono state diverse le questioni dibattute, come ad esempio la possibilità di utilizzare combustibile da rifiuto. Alla prima seduta della conferenza dei servizi, a novembre, erano stati convocati (ma non si sono presentati), oltre a Provincia, Asl e Arpa i comuni di Galatina, sul cui territorio ha sede l’impianto e quelli contermini di Soleto e Sogliano Cavour, ma l’interesse per la vicenda va ben oltre. I dati epidemiologici legati all’insorgenza di determinate patologie oncologiche hanno fatto scattare una forte preoccupazione: Zollino fa parte di quell’area definita “cluster” per incidenza del tumore ai polmoni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento